Pasqua e Pasquetta

Nella settimana santa gli italiani consumeranno 6 uova pro capite, per un valore di 130 mln di euro

Unaitalia, l'Associazione di rappresentanza della produzione avicola nazionale: "Un alimento funzionale, versatile e adatto a tutte le tasche, che offre un equilibrio perfetto tra proteine di elevata qualità, vitamine e sali minerali"

Nella settimana santa gli italiani consumeranno 6 uova pro capite, per un valore di 130 mln di euro
Ansa
In Settimana santa gli italiani consumeranno 6 uova pro capite, per un valore di 130 mln di euro

Non è Pasqua senza uova, e non solo di cioccolato. Durante la settimana santa gli italiani consumeranno circa 6 uova pro capite per un valore pari a 130 milioni di euro. A rivelarlo, Unaitalia, l'Associazione di rappresentanza della produzione avicola nazionale. Le uova, infatti, sono indispensabili per le ricette pasquali, dolci e salate. Oltre a essere consumate tradizionalmente sode durante l pranzi di Pasqua e Pasquetta.


"Un'occasione per consumare un alimento buono e sano come le uova sempre amato dagli italiani - spiega Lara Sanfrancesco, direttore di Unaitalia - che nella Settimana Santa ne consumano circa 6 pro capite per un valore pari a 130 milioni di euro. Un alimento funzionale, versatile e adatto a tutte le tasche, che offre un equilibrio perfetto tra proteine di elevata qualità, vitamine e sali minerali. Non a caso le troviamo sempre nel carrello degli italiani, che ne consumano 227 pro capite all'anno".
Tante le tradizioni pasquali da Nord a Sud della Penisola: una delle più popolari, soprattutto nelle regioni centrali, è quella della colazione. Dalla Torta Pasqualina ligure alla crescia umbra, dal classico uovo sodo laziale abbinato con la torta al formaggio fino ai "piconi" ascolani, ravioli cotti al forno, ripieni di uova e formaggio e alla frittata al mentastro marchigiana. Per non parlare del casatiello napoletano e delle cuddure cull'ova siciliane o del "coccoi con s'ou" (pane con uovo incastonato) simbolo della Pasqua sarda.