La Bce spinge i mercati, spread sui minimi da fine 2021

Francoforte e Parigi guadagnano lo 0,7% , Milano più lenta a +0,16% appesantita dallo scivolone di Telecom Italia

La Bce spinge i mercati, spread sui minimi da fine 2021
pixabay
Andamento Mercati

Chiudono in positivo le Borse europee dopo la decisione della Banca centrale europea di mantenere stabili i tassi d’interesse. E dopo le sue parole rassicuranti in particolare sul fronte inflazione, con una revisione al ribasso delle stime che ora vedono un ritorno al livello obiettivo del 2% nel 2025. Gli indici principali sono quindi tutti in rialzo: +0,71% per Parigi, +0,77% per Francoforte, Milano più lenta a +0,16%, appesantita dallo scivolone di Telecom Italia. Che perde oltre il 23% dopo il piano industriale, sui timori che l'operazione di scorporo della rete con la creazione di una newco richieda più tempo del previsto.

Prosegue in positivo anche Wall Street, con tutta l’attenzione focalizzata sulla seconda giornata di audizione al Congresso del presidente della Federal Reserve Powell. Che ieri non aveva escluso un taglio dei tassi nella seconda parte dell'anno, se l’inflazione si confermerà in costante discesa. Ma ha anche detto, sollecitato da una domanda, che non sarà la Fed a certificare se c'è stato un “atterraggio morbido” dell'economia dopo pandemia e stretta monetaria - ovvero a giudicare indirettamente la politica economica dell'amministrazione Biden.

Intanto, sui mercati del debito sovrano continua a scendere lo spread tra Btp e bund tedesco, che tocca i 130 punti base, sui minimi dal dicembre 2021.