Vertice a Palazzo Europa

Medio Oriente, Meloni al Consiglio Ue: "Immediata pausa umanitaria, no ad attacco a Rafah"

Tra i temi trattati anche la crescita economica e sociale del 'Global South' e l'Intelligenza Artificiale. Il segretario generale dell'Onu Guterres, ha espresso "apprezzamento" nei confronti della presidenza italiana del G7

Medio Oriente, Meloni al Consiglio Ue: "Immediata pausa umanitaria, no ad attacco a Rafah"
AP
Giorgia Meloni al vertice UE in Belgio

Medio oriente, Global South, migrazione illegale e intelligenza artificiale: sono questi i temi sui cui ha posto l'accento la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in occasione della sessione di lavoro dei leader europei a Bruxelles con il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres.

Sul Medio Oriente, la premier, durantel'incontro con Guterres, ha auspicato un'immediata pausa umanitaria che porti a un cessate il fuoco sostenibile e ha evidenziato come la Ue possa e debba giocare un ruolo di primo piano nella soluzione della crisi. Si è detta inoltre particolarmente preoccupata per l'annunciata operazione di terra di Israele a Rafah. 

L'Italia, ha affermato ancora Meloni, insieme alla Fao, al Pam e alla Croce Rossa internazionale, ha lanciato l'iniziativa "Food for Gaza" con l’obiettivo di creare un meccanismo di coordinamento per affrontare la drammatica insicurezza alimentare della popolazione civile, rispondendo ai bisogni immediati e allo stesso tempo elaborando soluzioni per il medio termine, tra cui la ricostruzione e, in ultima analisi, un percorso di pace.

La posizione ufficiale dell'Unione Europea è ferma a ottobre, con la richiesta di "pause umanitarie" (al plurale). Ecco, nell'ultima bozza di conclusioni il Consiglio Europeo "chiede una pausa umanitaria immediata che porti a un cessate il fuoco sostenibile, al rilascio incondizionato di tutti gli ostaggi e alla fornitura di assistenza umanitaria".

Giorgia Meloni Ansa
Giorgia Meloni

Parlando ai leader Ue, la premier ha sottolineato anche l’importanza di sostenere la crescita economica e sociale del “Global South” attraverso un imponente piano di finanziamenti, del quale il Piano Mattei, così come la strategia Global Gateway dell’Unione Europea, potranno costituire componente e volano. Questo, ha proseguito, è anche il modo migliore per affrontare il problema della migrazione illegale, per combattere i trafficanti di esseri umani, nemici nostri e dello sviluppo delle Nazioni più povere. Un tema questo che, insieme a quello dell'Intelligenza Artificiale, l’Italia intende affrontare anche nel quadro della Presidenza italiana del G7, promuovendo un’alleanza globale contro il traffico di migranti e su cui anche l’Onu può offrire un contributo di straordinaria importanza. 

Guterres ha espresso apprezzamento nei confronti della Presidenza italiana del G7, affermando che l'Onu fa affidamento sulla leadership italiana sui principali temi dell'agenda internazionale. Ha. inoltre, concordato con Meloni sulla necessità di un ruolo di maggior peso dell'Unione europea sul piano internazionale.