ATP Masters 1000

Miami Open, Sinner-Medvedev 6-1, 6-2 e l'altoatesino vola in finale

Parte subito fortissimo l’altoatesino che strappa il servizio al russo nel secondo e nel quarto game e nel settimo gioco lascia a zero il russo. Stessa trama nel secondo set dove l'Azzurro vince i primi due game, break anche al quinto e partita

Miami Open, Sinner-Medvedev 6-1, 6-2 e l'altoatesino vola in finale
Ap Photo
Miami Open, la semifinale tra Sinner e Medvedev

Sinner travolge Medvedev per 6-1 6-2 ed è il primo finalista del Master 1000 Open Miami all'Hard Rock Stadium.

L'Azzurro si aggiudica così il quinto successo consecutivo contro il russo, in appena un'ora e 9 minuti e conquista un posto in finale, dove affronterà il bulgaro Grigor Dimitrov, che ha battuto nell'altra semifinale il tedesco Alexander Zverev per 6-4, 6-7, 6-4.

La partita

Parte subito fortissimo l’altoatesino che strappa il servizio al russo nel secondo game.

Dopo aver tenuto il servizio nel game d’apertura Sinner si aggiudica anche il secondo gioco: 2-0 per l’Azzurro.

Nella parte bassa del tabellone di singolare maschile del Miami Open 2024, la semifinale vede in campo Jannik Sinner ed il russo Daniil Medvedev.

Combattutissimo il quarto game, con al servizio Medvedev, ma Sinner la spunta ed è di nuovo break per il portacolori italiano che va al 4-0 sulla superficie veloce di Miami.

L'azzurro mantiene il servizio nel quinto gioco e il primo successo per il russo arriva soltanto al sesto game. 

Nel settimo game Sinner sale 40-0, guadagna tre set point e va subito a segno: vince 6-1 in appena 33' di gioco con 11 punti di vantaggio.

In apertura di secondo set Sinner guadagna tre palle break, al servizio Medvedev, ma l’Azzurro con una risposta sulla riga si aggiudica il primo game.

Sinner mantiene il servizio nel secondo gioco ed è 2-0.

Nel terzo game Medvedev mantiene il servizio, così come lo conserva l’italiano nel quarto: 3-1.

Ancora un break per Sinner nel quinto game dove guadagna due palle break e va subito a segno portandosi sul 4-1.

L’Azzurro tiene la battuta nel sesto game e si va al 5-1.

Medvedev tiene il servizio nel settimo game, 2-5 per Sinner.

Nell’ottavo game, Sinner alla battuta si porta sul 40-30 e al primo match point il russo mette fuori. Ed è 6-2: gioco, partita, incontro.

Finisce qui un match che ormai è diventato un classico, i due infatti si sono affrontati ormai undici volte. Il primo incontro risale a Marsiglia nel “lontano” 2020, l'ultimo questo a Miami.

Miami Open, la semifinale tra Sinner e Medvedev Ap Photo
Miami Open, la semifinale tra Sinner e Medvedev

Sinner: “Sono un altro giocatore rispetto ad un anno fa”

“Mi aspettavo una gara durissima, ho approfittato dei suoi errori. Mi sentivo benissimo sul campo oggi, sono davvero contento per come è andata. Lui ha fatto tanti errori e io ne ho approfittato", così il vincitore

“Se mi avesse fatto il break a inizio partita sarebbe stata una gara diversa. Vedremo come andrà domenica”. Ha aggiunto l’Azzurro.

Sconfitto un anno fa in finale dal russo, Sinner ha poi concluso dicendo: "Sono una persona molto diversa rispetto all’anno scorso. La notte prima non ero riuscito a dormire. Ora gestisco meglio queste situazioni e spero di giocare bene la finale. Se vinco bene, se no avrò altre occasioni".

Il russo, testa di serie n. 3, si era qualificato alla semifinale dopo il match nei quarti contro il cileno Nicolas Jarry, numero 22 del tabellone. Il russo ha vinto in due set con il punteggio 6-2 7-6, Jannik Sinner ha superato nei quarti il ceco Tomáš Macháč, n.60 della classifica Atp, per 6-4 6-2 in 1h e 31'.