Parigi

Mostre, il Louvre celebra le Olimpiadi alla vigilia dei Giochi di Parigi

L'esposizione dal titolo "Olimpismo: invenzione moderna, eredità antica", in programma dal 24 aprile al 16 settembre

Mostre, il Louvre celebra le Olimpiadi alla vigilia dei Giochi di Parigi
wikipedia
Cratere con lotta tra Eracle e Anteo, Museo del Louvre, Parigi

Una mostra al Louvre di Parigi celebra la storia delle Olimpiadi e dei suoi progetti dall'antichità a oggi. 

L'esposizione dal titolo "Olimpismo: invenzione moderna, eredità antica", in programma dal 24 aprile al 16 settembre, si presenta in concomitanza con i preparativi di Parigi per ospitare i suoi terzi Giochi Olimpici, a un secolo di distanza dall'ultima volta che ha ospitato l'evento nel 1924 (la precedente fu nel 1900). 

La mostra approfondisce la storia e il contesto politico che hanno dato vita ai primi Giochi Olimpici moderni nel 1896, ripercorrendo come gli organizzatori cercarono di reimmaginare i tornei di gioco dell'antica Grecia. Vengono celebrati personaggi come Pierre de Courbetin, noto come il "Padre dei Giochi Olimpici moderni", il primo artista ufficiale dell'evento, il franco-svizzero Émile Gilliéron, e il primo presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Dimitrios Vikélas

Un manufatto di spicco tra gli oggetti esposti è la prima Coppa olimpica. Fu assegnata a un portatore d'acqua greco di nome Spyridon Louis, che fu il primo vincitore in assoluto della gara di maratona, inventata dal linguista francese Michel Bréal per i primi Giochi moderni del 1896. 

La "Coppa Bréal" non è mai stata esposta in precedenza a Parigi. Altri oggetti commemorativi completano la mostra, non solo francobolli e volantini che immortalano i Giochi. 

Antichi vasi e sculture raffiguranti corridori, lottatori e lanciatori di dischi illustrano ulteriormente come gli sport olimpici abbiano catturato l'immaginazione creativa attraverso i secoli.