Le proteste degli studenti

Napoli, salta dibattito con Molinari alla Federico II. Mattarella: "Bandire intolleranza da atenei"

Il direttore di "La Repubblica" avrebbe dovuto partecipare a un incontro sul "Ruolo della cultura nel contesto di un Mediterraneo conteso". Il capo dello Stato esprime solidarietà. Gli universitari contro i rapporti degli atenei italiani con Israele

E' saltato l'incontro con gli studenti,  previsto per questa mattina all'Università Federico II di Napoli, sul “Ruolo della cultura nel contesto di un Mediterraneo conteso” al quale avrebbe dovuto partecipare il direttore di Repubblica, Maurizio Molinari, con il rettore dell’Ateneo, Matteo Lorito

L'evento è stato annullato a causa della tensione che si è creata nella facoltà di Ingegneria, Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, nel quartiere di Fuorigrotta, dove un gruppo di studenti ha protestato, tra l'altro, contro i rapporti con Israele degli atenei italiani

Protesta degli studenti, salta dibattito alla Federico II Ansa
Protesta degli studenti, salta dibattito alla Federico II

All'ateneo si sono presentati una quarantina di giovani: dopo qualche contatto con alcuni agenti in borghese i manifestanti sono riusciti ad entrare, andando verso l'aula per contestare il dibattito. Nella facoltà è stato anche affisso uno striscione con la scritta "Fuori i sionisti dalle università - ore 14.30 Piazza Garibaldi", per dare appuntamento ad una manifestazione prevista in città. Vista la tensione e la contestazione, l'ateneo partenopeo ha quindi deciso di annullare l'incontro che era in programma. 

Mattarella: “L'università è incompatibile con l'intolleranza”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto pubblicando una nota del Quirinale: "Quel che vi è da bandire dalle università è l'intolleranza, perché l'università è incompatibile con chi pretende di imporre le proprie idee, impedendo che possa manifestarle chi la pensa diversamente”. Il capo dello Stato ha anche chiamato al telefono il direttore de La Repubblica, Maurizio Molinari, esprimendogli solidarietà. 

Si sono poi susseguiti messaggi di solidarietà da parte del mondo politico. Le Comunità ebraiche dichiarano: "Se prevale l'antisemitismo è una sconfitta per tutti". 

Maurizio Molinari LaPresse
Maurizio Molinari

Molinari: “La risposta all'intolleranza è il rispetto”

“La migliore risposta ad ogni forma di intolleranza è il rispetto per il prossimo”, lo ha scritto il direttore di Repubblica, Molinari, sul sito del giornale dopo aver deciso di rinunciare alla conferenza in programma, “in considerazione dei rischi per la sicurezza del pubblico causati - sottolinea - da un ristretto gruppo di manifestanti”. Molinari ha proposto ai manifestanti di incontrarli per ascoltare le loro opinioni sulla guerra in Medio Oriente, ma ha detto di aver ricevuto un rifiuto. “Resto comunque aperto al dialogo con loro su qualsiasi tema”, aggiunge.

Il Rettore della Federico II: “Il dibattito è solo rimandato”

"Siamo tutti dispiaciuti per quanto accaduto, esprimiamo la nostra condanna per quello che è successo e la nostra totale solidarietà al direttore Molinari". A parlare ai microfoni di Rainews 24 è il rettore dell'università di Napoli "Federico II", Matteo Lorito, che precisa: "Il dibattito è solo rimandato. E lo faremo appena Molinari sarà disponibile". "Ognuno può esprimere le proprie idee ma quando questo si traduce nell'impedire agli altri di parlare non è mai accettabile", prosegue Lorito che ringrazia anche il presidente Mattarella "per essersi espresso su questa vicenda".   

Il Rettore dice che il rinvio del dibattito è stato condiviso con lo stesso Molinari perché "basta vedere i video, c'era il rischio che nel parapiglia qualcuno addirittura si potesse far male". Chi alimenta le tensioni, a giudizio di Lorito approfitta del fatto "che all'interno delle Università di certo non mettiamo i corpi di polizia schierati. Purtroppo è una cosa che stiamo vedendo sempre più spesso" ma di certo "non militarizzeremo l'Università".