Maltempo in Campania

Napoli, il Vomero invaso da una colata di fango: i video e le voci dei residenti

Il crollo di un manufatto fognario ha generato la colata di fango che questa mattina ha investito via Solimena riempiendo d’acqua la voragine che si era aperta lo scorso 21 febbraio in via Morghen

Disagio e rabbia. Il quartiere del Vomero a Napoli nella parte tra via Morghen e via Solimena, strade dove lo scorso 21 febbraio una maxivoragine ha provocato già problemi di viabilità e di agibilità in due palazzi, sotto la pioggia battente di questa mattina si è svegliato invaso dal fango. Un secondo cedimento nella rete fognaria e idrica ha trascinato acqua e terriccio lungo le vie in pendenza, e la forza dell'acqua che urtava contro le saracinesche di locali a piano terra ha anche fatto percepire un boato ai residenti. 

La colata di fango ha invaso la strada di fianco di uno dei palazzi interessati dalla voragine e poi tutta la zona di via Torrione San Martino, invadendo anche alcuni negozi. L'Abc, l'azienda idrica in house al Comune di Napoli, ha interrotto l'erogazione dell'acqua, in attesa che si valuti la situazione e soprattutto i tecnici possano cercare soluzioni. Sulla voragine di febbraio, che fece registrare anche 4 feriti lievi, due ragazzi sprofondati con l'auto e due turisti investiti dai detriti di un muro, la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo.

La pioggia fa solo da contorno a uno scenario che al Vomero diventa sempre più preoccupante. Il cedimento di un ulteriore tratto della fognatura, a monte della voragine che si è aperta in via Morghen il 21 febbraio, ha provocato una nuova immissione di acqua e fango, ma anche del calcestruzzo, ovviamente diluito, utilizzato negli ultimi due giorni proprio per colmare la voragine. 

Questo materiale ha invaso via Solimena, colpendo anche due nuovi ambienti rispetto a quelli coinvolti due settimane fa: uno confinante con i gradoni di San Martino, l'altro è il terrazzino che fa parte del condominio di via Solimena già sgomberato. Il fango ha invaso gli ambienti retrostanti e ha trovato una via di fuga in via Solimena. 

I vigili del fuoco sono stati allertati anche per aprire una saracinesca di uno di questi locali completamente danneggiata, con il livello dell'acqua molto alto. I tempi per la rimozione dei fanghi e per l'ottenimento del certificato di eliminato pericolo si allungano così sempre di più.

I residenti: "Si è sentito un boato, paura di altri crolli"

Aumenta la preoccupazione dei cittadini dopo i nuovi problemi emersi nell'area tra via Morghen e via Solimena. Cresce la paura tra i residenti di via Morghen e via Solimena, al Vomero, dopo i nuovi problemi emersi nel corso della mattinata, con il cedimento di un altro tratto della fognatura e le strade invase da acqua, fango e calcestruzzo

Convocata una riunione d'emergenza in Prefettura a Napoli

Il prefetto di Napoli Michele di Bari ha convocato d'urgenza questa mattina i componenti del Centro coordinamento soccorsi per la verifica degli interventi connessi alla fuoriuscita di fango dalla voragine che si era aperta nelle settimane scorse a via Morghen, nel quartiere Vomero, e per valutare le conseguenze sulla sottostante via Solimena. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti del Comune di Napoli, dei Vigili del Fuoco, delle forze dell'ordine, della Protezione civile della Regione Campania, dell’Abc (società che gestisce il servizio idrico per il Comune di Napoli), dell’Enel distribuzione, della Polizia metropolitana e della Croce Rossa Italiana. 

Nel corso dell’incontro è stato rappresentato dai Vigili del Fuoco e dalla Protezione civile comunale che la forte intensità delle piogge ha determinato il cedimento del by-pass che era stato realizzato all’interno della voragine di via Morghen, con conseguente passaggio dell’acqua che ha invaso alcuni locali dell’edificio già sgomberato, fino ai locali con accesso sulla sottostante via Solimena, senza comportare alcun danno all’incolumità delle persone. I tecnici dell’Abc stanno operando per individuare la soluzione tecnica migliore per svuotare la voragine e ripristinare il corretto passaggio delle acque. Al momento non sono state evidenziate criticità per la staticità degli edifici limitrofi a quello sgomberato, i quali, tuttavia, saranno ulteriormente monitorati. Il tratto finale di via Solimena, interessato dall’allagamento, è stato transennato e sono in atto servizi di vigilanza ad opera delle forze dell’ordine e della Polizia municipale.

I residenti sono corsi in strada allarmati da ciò che accadeva e hanno iniziato a svuotare i locali senza successo. Disagi anche nella vicina via Morghen dove a causa della voragine di febbraio rimasero ferite quattro persone.