Il punto militare

Putin firma reclutamento 150mila soldati. Intelligence Gb: "significativo vantaggio" russo per armi

Mosca starebbe reclutando circa 30mila soldati al mese, così riuscirebbe ad "assorbire le perdite e a portare avanti attacchi mirati a logorare le forze di Kiev". I pochi progressi russi al fronte Est

Putin firma reclutamento 150mila soldati. Intelligence Gb: "significativo vantaggio" russo per armi
Ap
Vladimir Putin, Cremlino

Putin ha firmato decreto per un mega-reclutamento di soldati, 150mila, ma Mosca starebbe già (fonte: 007 britannici) reclutando circa 30mila soldati al mese, così riuscirebbe ad "assorbire le perdite e a portare avanti attacchi mirati a logorare le forze di Kiev". E' quanto sostiene l'intelligence secondo la quale "la Russia mantiene un significativo vantaggio quantitativo nel conflitto, superando l'Ucraina per munizioni e attrezzature". 

"Trasportano armi nucleari e dovremo tenerne conto", il video del discorso di Putin sui caccia F-16 per Kiev
 

"È probabile che la Russia stia reclutando circa 30.000 uomini in più al mese e che possa continuare ad assorbire le perdite e a portare avanti attacchi mirati a logorare le forze ucraine", si legge nell'aggiornamento pubblicato su X.

Il controllo di Avdiivka e "l'avanzata graduale"
Secondo l'intelligence britannica, le forze russe sono state in grado di sfruttare la recente conquista della città orientale di Avdiivka, mantenendo "un'avanzata graduale" a ovest della città. "Alla fine di marzo hanno quasi certamente preso il controllo di due villaggi - Tonenke e Orlivka - e stanno continuando a contenderne altri nella zona".

La scheda. Forze Nato presenti nell'Europa dell'est. Il dispositivo militare ed il ruolo degli Usa
 

Pochi progressi nelle ultime settimane per Russia
"La Russia - conclude l'intelligence - ha continuato ad attaccare in diversi altri punti della linea del fronte, ma nelle ultime settimane ha fatto pochi progressi".

Zelensky agli Usa: dateci missili a lungo raggio Atacms per colpire la Crimea
 

L'idea di Putin della "Zona cuscinetto"
La nuova fase della guerra La guerra dovrebbe andare incontro ad un nuovo periodo di offensive a partire da maggio, quando potrebbe prendere forma la nuova offensiva della Russia. Putin, dopo la vittoria nelle elezioni presidenziali, ha più volte fatto riferimento alla necessità di creare una "zona cuscinetto" che nella regione di Kharkiv garantisca maggiore sicurezza ai territori controllati dalla Russia.

Negli ultimi giorni, le truppe russe hanno sferrato nuovi attacchi nell'Ucraina orientale, con pesanti combattimenti segnalati intorno alle città di Avdiivka e Bakhmut. Nel suo rapporto quotidiano sulla situazione sul terreno, lo Stato maggiore ucraino ha elencato venerdì scorso 11 parziali avanzate russe in direzione di quattro località. 

Intelligence: forse Kharkiv sarà il nuovo teatro delle offensive
Lungo tutta la linea del fronte, dal sud all'est dell'Ucraina, secondo il rapporto, sono scoppiate complessivamente 48 battaglie. Ci sono inoltre stati attacchi aerei e di artiglieria russi vicino a Kharkiv. E proprio Kharkiv potrebbe essere il nuovo teatro principale della guerra di logoramento, con Mosca che continua a riversare uomini al fronte sostanzialmente incurante delle perdite. 

Russia: 1/3 del Pil per la guerra
La Russia da tempo investe circa un terzo del Pil nel settore della difesa, garantendo il funzionamento costante della macchina militare. Dall'altra parte, serve un impegno di livello adeguato dei paesi occidentali, che - l'Institute for the Study of War (ISW) - devono "compiere passi specifici e immediati. Dovrebbero dare aiuto militare sufficiente e altro supporto richiesto dall'Ucraina per ricominciare a operare sul campo di battaglia".
 

Punto debole Russia: la marina
L'Occidente dovrebbe anche aiutare l'Ucraina a sfruttare i punti deboli delle forze armate russe, con particolare attenzione alla possibilità di colpire la flotta del Mar Nero. Secondo l'Ucraina, Mosca potrebbe aver perso circa un terzo della sua flotta. 

"La Russia non può sconfiggere l'Ucraina o l'Occidente – e probabilmente perderà – se l'Occidente mobilita le sue risorse per resistere al Cremlino", la sintesi dell'ISW.
 

Intanto la firma di oggi di Putin per i nuovi 147.000 coscritti - che entro l'estate saranno arruolati e inviati presumibilmente a combattere in Ucraina - potrebbe portare benzina all'offensiva al fronte, che soffre della lunga guerra di logoramento sul terreno, villaggio per villaggio.
 

Drone si pilota con il joystick: distruzione dell'UAV ucraino "Baba Yaga", Donetsk: il video
 

Il presidente russo Vladimir Putin parla ai piloti del 344° Centro di addestramento per equipaggi aerei di Torzho TASS / IPA
Il presidente russo Vladimir Putin parla ai piloti del 344° Centro di addestramento per equipaggi aerei di Torzho