“Contro la cultura ipocrita di Hollywood”, i premi parodia degli Oscar

Razzie Awards 2024, gli anti-Oscar premiano Winnie The Pooh versione horror, Megan Fox e Stallone

Decaduti i diritti della Disney, uno dei volti più amati dai bambini si trasforma in un famigerato assassino psicopatico. È il peggior film del 2023 “convincendo” con ben 5 premi su 10 nomination

Razzie Awards 2024, gli anti-Oscar premiano Winnie The Pooh versione horror, Megan Fox e Stallone
Rhys Frake-Waterfield
Winnie-the-Pooh: Sangue e miele

Non solo miele e poesie, Winnie the Pooh si trasforma in un inaspettato assassino psicopatico. Decaduti i diritti detenuti dalla Disney, uno dei protagonisti più amati dai bambini, quasi 100 anni di storia, tramuta in un orribile mostro che se ne va in giro a uccidere con una mazza. Secondo i Razzie Awards, ovvero gli anti-Oscar, “Winnie the Pooh: Blood and Honey” (sangue e miele) è il peggior film del 2023, peggior accoppiata sullo schermo (Winnie e il suo amico Pimpi), peggior remake, rip-off o sequel e peggior sceneggiatura. Messo sul patibolo - il regista britannico ha persino ricevuto minacce di morte - Rhys Frake-Waterfield starebbe già lavorando al sequel. Il film, realizzato con un budget inferiore a 250.000 dollari, ha incassato 5 milioni di dollari.

Megan Fox, Johnny e Clyde Redbox Entertainment
Megan Fox, Johnny e Clyde

Due statuette dei Razzie Awards sono state assegnate alla statunitense Megan Fox sia come “peggior attrice protagonista”, per il crime thriller horror “Johnny e Clyde”, sia come “attrice non protagonista” per “I mercenari 4 - Expendables”. Nello stesso film è stato premiato anche Sylvester Stallone, come “peggior attore non protagonista”. Il razzie come “peggior attore protagonista” va invece a Jon Voight per il crime thriller “Mercy”.

Tradizionalmente, i Razzies, gestiti dalla Golden Raspberry Awards Organization, vengono annunciati il giorno prima degli Oscar premiando i peggiori film dell'anno.