Sardegna

Nuoro: bomba al Municipio di Ottana, gravi danni all'edificio. Todde: "Vile attacco alla comunità"

Ordigno ad alto potenziale esploso stanotte. La governatrice: "La violenza non deve trovare spazio in nostra società". Il sindaco di Nuoro: "Esprimo la mia più ferma condanna per questo vile gesto e la piena solidarietà al sindaco"

Nuoro: bomba al Municipio di Ottana, gravi danni all'edificio. Todde: "Vile attacco alla comunità"
Ansa
Bomba al Municipio di Ottana, gravi danni all'edificio

Paura nella notte a Ottana, nel Nuorese. Una bomba ad alto potenziale è esplosa, poco dopo l'una, danneggiando gravemente la facciata del Municipio e alcuni uffici. I danni all'ingresso e al pianterreno sono ingenti. Immediato l'intervento sul posto dei Carabinieri con il nucleo degli artificieri e dei Vigili del fuoco. 

Sul posto sono intervenuti gli artificieri del comando provinciale dei carabinieri di Nuoro, i vigili del fuoco, il prefetto Giancarlo Dionisi, che per lunedì ha convocato una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, e il sindaco Franco Saba. Il primo cittadino, in carica dal 2020, è deciso ad andare avanti e a non lasciarsi intimidire. "Ottana non si merita questo. Continueremo a lavorare", ha dichiarato dopo l'attentato. 

Sui social la solidarietà del sindaco di Nuoro, Andrea Soddu: “L'esplosione di una bomba avvenuta stanotte di fronte al Comune di Ottana è un vile attacco non solo all'amministrazione, ma alla comunità nel suo insieme. Esprimo la mia più ferma condanna per questo vile gesto e la piena solidarietà al sindaco, ai dipendenti e a tutta la comunità. In questo momento di difficoltà, dobbiamo rimanere uniti e determinati nel contrastare qualsiasi forma di violenza e nell'affermare i valori della democrazia e della convivenza civile”.

 

 

Alessandra Todde: "Un vile attacco alla comunità tutta"

La governatrice in pectore della Regione Sardegna, a poche ore dall'esplosione commenta così l'esplosione nel municipio di Ottana: "La violenza - spiega - non può e non deve trovare spazio nella nostra società e nelle nostre comunità. Esprimo vicinanza e solidarietà al sindaco e a tutti i cittadini di Ottana".

Comune di Ottana, Nuoro Google
Comune di Ottana, Nuoro

La stagione delle bombe sembrava conclusa nel paese del Nuorese, dopo alcuni attentati messi a segno fra il 2002 e il 2004. Gli ultimi episodi gravi risalgono al 24 settembre 2010: quella notte un ordigno esplode davanti alla sede dei servizi sociali, provocando gravi danni. Poi, mentre i carabinieri sono impegnati nei rilievi, tre colpi d'arma da fuoco vengono sparati contro la facciata della casa dell'allora sindaco, Giampaolo Marras, presente in casa con moglie e figli piccoli. Nell'ottobre successivo i carabinieri fermano tre persone, fra le quali un ex collega di lavoro nell'ormai chiusa fabbrica tessile della Legler, ritenuto il presunto mandante dell'attentato al sindaco al sindaco. Sullo sfondo, i conflitti per l'assegnazione di nuovi posti di lavoro nella piana di Ottana, in particolare derivanti da cantieri forestali e investimenti nel fotovoltaico. 

Anche sull'attentato della notte scorsa indagano i carabinieri del Reparto investigativo provinciale e della compagnia di Ottana. Dell'ordigno, presumibilmente artigianale, non sono rimaste tracce evidenti: tipologia e caratteristiche devono essere ancora accertate, ma la bomba potrebbe essere stata confezionata con almeno tre chili di esplosivo, a giudicare dai danni causati.