Olimpiadi 2024

La sciabola maschile ringrazia la Corea e va a Parigi

Il team azzurro, alle qualificazioni di Budapest, centra l'obiettivo a cinque cerchi grazie alla sconfitta della Germania contro gli asiatici.

La sciabola maschile ringrazia la Corea e va a Parigi
ansa
Budapest, coppa del mondo di sciabola maschile

Si è chiusa con il sorriso l'ultima tappa della qualifica olimpica per la Nazionale di sciabola maschile. Il quartetto formato da Luigi Samele, Luca Curatoli, Pietro Torre e  Michele Gallo, impegnato in Coppa del Mondo sulle pedane di Budapest (Ungheria), è riuscito a conquistare il biglietto per i Giochi  Olimpici Estivi di Parigi 2024. 

Il cammino degli azzurri nella gara a  squadre, iniziata con un perentorio 45-33 alla Cina, si è interrotto  già nei quarti di finale contro gli Stati Uniti, impostisi con il  punteggio di 45-39. Per i ragazzi del commissario tecnico Nicola  Zanotti, però, è risultata decisiva la successiva eliminazione in semifinale della Germania, battuta per 45-39 dalla Corea del Sud, che ha permesso alla formazione tricolore di consolidare il proprio status di migliore nazione europea alle spalle delle prime quattro squadre del ranking  mondiale.

En plein di carte olimpiche, dunque, per la scherma tricolore che,  dopo aver già qualificato a Parigi le squadre di fioretto, quelle di  spada e le ragazze della sciabola, (così come avvenuto a Tokyo 2020) è riuscita ad aggiungere al proprio mosaico a cinque cerchi anche l'ultimo tassello mancante.