Master 1000

Sinner a Miami insegue la storia, battere Dimitrov per diventare numero 2 del mondo

Si tratta della quarta sfida tra i due. "Giocherò l'ultimo match sul cemento prima dello swing sulla terra rossa, cercherò di chiudere nel modo migliore" ha detto il tennista italiano

Sinner a Miami insegue la storia, battere Dimitrov per diventare numero 2 del mondo
Ap Photo
Miami Open, la semifinale tra Sinner e Medvedev

Si gioca stasera alle 21 ora italiana la finale del Master 1000 di Miami tra Jannik Sinner e il bulgaro Grigor Dimitrov. Per l'azzurro, reduce dal netto successo in due set su Daniil Medvedev, è la terza finale nella capitale della Florida dopo i ko contro lo stesso Medvedev e contro il polacco Hubert Hurkacz nel 2021. 

Si tratta della quarta sfida tra i due con il 32enne bulgaro che ha vinto sola la prima, a Roma nel 2020, mentre l'altoatesino nel 2023 si era imposto negli ottavi a Miami e poi a Pechino. Sinner, reduce dalla vittoria in 71 minuti su Medvedev, arriva da favorito. 

"E' stata un'ottima partita", ha sottolineato il numero 3 del mondo che punta a scavalcare Carlos Alcaraz in caso di successo, "sia tatticamente sia mentalmente ho gestito al meglio tutte le situazioni che si sono create nel corso dei due set. Nell'insieme credo sia stata una buona prestazione, molto solida fin dai primi punti". In finale "giocherò l'ultimo match sul cemento prima dello swing sulla terra rossa, cercherò di chiudere nel modo migliore. Sono sorpreso di questo inizio di stagione, non me lo aspettavo ma ne sono contento...  chi non lo sarebbe!", ha concluso Sinner.

In caso di successo in finale all'Hard Rock Stadium contro il bulgaro Grigor Dimitrov, il tennista italiano si isserà al secondo posto nel ranking mondiale, superando Carlos Alcaraz.

Dimitrov arriva da una serie di vittorie altrettanto impressionanti: ha demolito Alcaraz e ha vinto la battaglia con Alexander Zverev che lo aveva sconfitto in sette occasioni su otto: 6-4, 6-7 (4), 6-4 in due ore e 40 di gioco.