Sci

SuperG a Saalbach: Brignone seconda, coppa a Gut

Federica Brignone, un'altra prova da applausi, chiude al secondo posto il superG delle finali di Coppa del Mondo a Saalbach per il 69° podio di Coppa del mondo in carriera, vince la coppa Lara Gut-Behrami

SuperG a Saalbach: Brignone seconda, coppa a Gut
ApPhoto
Federica Brignone con la medaglia d'argento per il secondo posto nello sci alpino, superG di Coppa del Mondo, Saalbach, Austria

E' sempre più Federica Brignone la regina dello sci azzurro. Dopo tre vittorie in serie nelle ultime tre gare, è arrivata per lei anche la piazza d'onore, seconda a Saalbach, nell'ultimo superG della stagione. Federica, 33 anni ed unica italiana ad aver vinto la Coppa del mondo, ha così conquistato il suo podio n.69 eguagliando nientemeno che Gustav Thoeni. Per lei è stata una stagione straordinaria con sei vittorie, cinque secondi e due terzi posti.

Ester Ledecka con il premio per il primo posto nello sci alpino, superG di Coppa del Mondo, Saalbach, Austria ApPhoto
Ester Ledecka con il premio per il primo posto nello sci alpino, superG di Coppa del Mondo, Saalbach, Austria

Inevitabile e giustissima dunque la sua soddisfazione: "Quando sto bene come in questo periodo posso essere pericolosa sempre" e per tutte le rivali, ha detto felice Federica che già sta guardando alla prossima stagione in cui i Mondiali saranno proprio a Saalbach: ma intanto c'è la discesa di domani dove cercherà di fare "nuovamente un bel risultato" anche perché anche oggi ha dimostrato di essere diventata veloce anche nei tratti più filanti e non solo in quelli più tecnici.

In 1.15.94 ha invece vinto un po' a sorpresa il SuperG la ceca Ester Ledecka, 29 anni domani ed unica donna ad aver vinto l'oro olimpico sia nello sci alpino che nello snowboard. Terza la norvegese Kajsa Lie in 1.16.24. La coppa di disciplina - in una giornata che è stata nuovamente una grande festa svizzera - è andata invece come previsto alla elvetica Lara Gut-Behrami alla quale è bastato un 7/o posto per conquistarla. Ma alle sue spalle c'è appunto Federica Brignone, laureatasi così anche seconda miglior super gigantista di una stagione splendida.

Per l'Italia - con sole e caldo primaverile ed un fondo che ha tenuto bene su un tracciato non troppo difficile ma con un complicato salto iniziale ed alcuni passaggi ciechi da memorizzare in ricognizione - in classifica anche Marta Bassino7/a in 1.16.74, Laura Pirovano 11/a in 1.16.77 e Roberta Melesi18/a in 1.17.61.