Torneo di Indian Wells

Indian Wells, straordinario Luca Nardi: batte Novak Djokovic 6-4, 3-6, 6-3

"Sono senza parole. "Djokovic è il mio mito..." Il primo commento del tennista italiano. Accede agli ottavi di finale dove incontrerà Tommy Paul. L'impresa del tennista pesarese entrato nel torneo come lucky loser

Luca Nardi batte il numero uno al mondo nel ranking Atp Novak Djokovic per 6-4 3-6 6-3 dopo due ore e ventidue minuti di gioco nei sedicesimi di finale del torneo di Indian Wells valido per il circuito Atp 1000. 

Era dal 2008 che Djokovic non perdeva contro un giocatore fuori dai top 100. Per Nardi è un sogno: "Sono senza parole. Io ho la foto di Novak nella mia camera"... e Luca Nardi non si aspettava di batterlo, già essere in campo era qualcosa di speciale: "Djokovic è il mio mito. Fino a stasera non mi conosceva nessuno. Sinner? Mi ha spinto tantissimo in allenamento, non mi aspettavo di vincere". 

Il 20enne pesarese, numero 108 in classifica, dopo questo Atp 1000 entrerà nei primi 100, con il passaggio agli ottavi si è già assicurato il 96esimo posto. Per l'italiano è in programma l'ottavo di finale con l'americano Tommy Paul, numero 13 in classifica.
 

Novak Djokovic contro Luca Nardi al torneo di Indian Wells AP
Novak Djokovic contro Luca Nardi al torneo di Indian Wells

Un'impresa, quella di Nardi, ancor più straordinaria se si pensa che il giovane tennista pesarese era uscito fuori dal torneo alle qualificazioni battuto da Goffin. E' rientrato da lucky loser nel posto del tabellone lasciato libero da Tomás Martín Etcheverry, testa di serie del torneo, che ha dovuto abbandonare in seguito ad un infortunio al polpaccio destro che lo ha costretto al forfait. 

 

"Prima di questa notte, nessuno mi conosceva", ha detto Nardi, che affronterà l'americano Tommy Paul negli ottavi di finale. "Spero che ora il pubblico si sia goduto la partita. Sono molto contento di questo risultato". Nardi "È entrato come 'lucky loser' nel main draw, quindi non aveva nulla da perdere. Quindi ha giocato alla grande", ha commentato da parte sua Djokovic. "Ha meritato di vincere. Sono rimasto più sorpreso dal mio livello. Il mio livello era davvero, davvero pessimo", ha aggiunto il 36enne serbo.

“La mia intervista a un 12enne Luca #Nardi diventa più che mai attuale oggi”. Il tweet con il video dell'intervista del giornalista e commentatore di Supertennis Luca Fiorino a Nardi: “Il tuo idolo? Djokovic”, così Luca Nardi agli esordi della sua carriera, a soli 12 anni.

L'intervista ad ottobre alla Tgr marche: Sogno di arrivare tra i primi 100