Master 1000

Miami Open, Sinner domina O'Connell e conquista i quarti di finale

L'australiano n.66 del mondo, con un passato costellato da infortuni, perde in due set: 6-4, 6-3. L'azzurro, che si qualifica per la quarta volta consecutiva, sfiderà ai quarti il ceco Tomáš Macháč, che oggi ha superato Matteo Arnaldi

Tra l'altoatesino e i quarti di finale del torneo c'era Christopher O'Connell, 29 anni, n.66 del mondo, con un passato costellato da infortuni, arrivato agli ottavi senza perdere un set. L'unico precedente tra i due è stato nel 2021, quando l'australiano si impose al secondo turno dell'Open di Atlanta. Il commento dell'azzurro alla vigilia del match: "E' un giocatore pericoloso, serve bene e sa muoversi su questi campi. Come sempre dovrò fare attenzione al mio tennis e alla mia intensità di gioco. Di certo sarà un match difficile, non si arriva negli ottavi di questo torneo per caso".  L'azzurro arriva agli ottavi dopo aver superato superato Vavassori e Griekspoor, mentre l'australiano ha battuto Kopriva, Tiafoe, Damm.

Sinner inizia il primo set arrancando. Dopo una serie di imprecisioni ed errori perde il servizio e regala il break all’australiano. Una partenza lenta per l’altoatesino, che ricorda il match con Tallon Griekspoor. L’australiano, al contrario, mostra sicurezza e controllo, un tennis solido, soprattutto con il servizio con il quale conquista punti diretti. Al 6° game O’Connell riesce a difendersi e mantenere il break con Sinner che rimontare fino ai vantaggi senza riuscire a sfruttare l’occasione. L’aussie continuare a gestire la partita. Partenza davvero difficile per l’altoatesino che continua a non trovare il suo diritto e non riesce a gestire il suo miglior tennis. Al 6° game O’Connell riesce a difendersi e mantenere il break con Sinner che rimontare fino ai vantaggi senza riuscire a sfruttare l’occasione. L’aussie continuare a gestire la partita. Partenza davvero difficile per l’altoatesino che continua a non trovare il suo diritto. Finalmente all’8° game l’azzurro cambia strategia, ritrovare di nuovo il diritto e si aggiudica il contro break: 4-4 pari. Al 9° game arriva il sorpasso per Sinner che mantiene il servizio e si porta 5-4. E alla fine dopo aver sofferto e sudato è riuscito a piazzare il colpo del campione e si aggiudica il primo set per 6-4.

Il post di Naldi Instagram
Il post di Naldi

Il secondo set presenta una serie interruzioni. Prima il siparietto di Sinner che consola sorridendo il suo fisioterapista dopo aver preso una pallata nelle parti basse, poi l'interruzione dovuta al malore di uno spettatore. A fermare l'incontro è stato proprio il numero 3 del mondo che fin da subito si è prodigato a prendere acqua e ghiaccio nel suo frigo, passarli al pubblico per una catena umana diretta a soccorrere la persona che si era sentita male sulle tribune. Set fermo sul 2° game, dopo il break dell'azzurro: 2-0 per lui. L'australiano inizia ad andare in difficoltà mentre Jannik inizia a gestire il match. La partita ricomincia dopo 10' di interruzione. E l'azzurro mantiene il break, il servizio e conduce 3-0 sull'australiano. In questa fase O'Connell sembra piuttosto sconsolato. Sembra non crederci più. E Jannik allunga 5-3. La consapevolezza del campione torna prepotente. Nonostante una partenza sofferta nel primo set, Sinner conquista anche il secondo per 6-3, e vola ai quarti di finale dove l'attende l'inedita sfida con il ceco Tomáš Macháč, che oggi ha dominato Matteo Arnaldi.