La scossa di magnitudo 6.9

Terremoto in Papua Nuova Guinea ci sarebbero vittime, oltre mille le case crollate

Colpita la zona settentrionale dell’isola dell’Atlantico dopo settimane di piogge torrenziali e inondazioni

Terremoto in Papua Nuova Guinea ci sarebbero vittime, oltre mille le case crollate
Michael Dai/AFP
Terremoto in Papua Nuova Guinea distrutte centinaia di case

Circa un migliaio di case sono state distrutte dopo che un terremoto di magnitudo 6.9 ha scosso ieri la Papua Nuova Guinea settentrionale, colpita dalle inondazioni. Al momento ci sarebbero 5 morti. Lo hanno detto i funzionari governativi mentre le squadre di soccorso si riversavano nella regione.  "Finora - ha detto il governatore di East Sepik Allan Bird -sono andate perdute circa mille case", aggiungendo che le squadre di emergenza "stanno ancora valutando l'impatto" del terremoto che "ha danneggiato gran parte della provincia".

Una scossa fortissima di magnitudo 6,9 ad una profondità di 40,2 km ha fatto sapere l'US Geological Survey: la zona più colpita è stata quella settentrionale dell'isola del Pacifico. 

La terra ha tremato violentemente nelle regioni nella provincia di East Sepik, tra cui Ambunti e Wewak. Rase al suolo le case nel villaggi  Korogu, Sotmeri e Jikinumbu.