Puglia

Allarme bomba a Trani, riprende la circolazione dei treni. Il Sindaco: “Non abbiamo paura”

Trovata una borsa con flaconi di liquido e cavi. Nel biglietto, scritto a mano, l'annuncio di ordigni biologici nella stazione e in due plessi scolastici. Ci sono stati ritardi di 5 ore sui treni Bari-Pescara. S'indaga su ipotesi terrorismo

Allarme bomba a Trani, riprende la circolazione dei treni. Il Sindaco: “Non abbiamo paura”
Ansa
Il biglietto trovato a Trani

Sta riprendendo gradualmente la circolazione ferroviaria sulla linea Bari-Pescara, nel tratto tra Bari Centrale e Barletta precedentemente sospesa per le verifiche delle Forze dell'Ordine dopo che dalle 6.30 del mattino i treni avevano subito cancellazioni e ritardi per via dell'allarme bomba

Erano infatti stati trovati, in una valigetta lasciata incustodita nella stazione di Trani, una decina di flaconi contenenti del liquido, un cellullare e alcuni cavi aggrovigliati. Nella borsa anche un biglietto con su scritto: “Ci sono ordigni biologici piazzati alla stazione ferroviaria e in due plessi scolastici”. 

La scoperta ha fatto scattare l'allarme e i controlli nelle scuole e lungo la linea ferroviaria le cui informazioni su collegamenti e servizi sono disponibili nelle sezioni Info-mobilità dei siti web trenitalia.com e rfi.it. Trenitalia ha anche previsto il rimborso integrale del biglietto per chi avesse rinunciato al viaggio o la possibilità di riprogrammarlo

Sui muri di alcune stazioni (Trani, Barletta) c'erano anche dei biglietti scritti a mano che preannunciavano la presenza degli ordigni e questo ha determinato una serie di controlli e bonifiche. La Dda di Bari ha aperto un fascicolo, al momento contro ignoti. E' ipotizzabile un reato distrettuale, ad esempio il terrorismo. La vicenda è tutta da chiarire e si attendono gli esiti degli accertamenti sul liquido contenuto nei flaconi trovati nel beauty lasciato nella stazione di Trani.

Quanto sistemato nella borsa "è stato realizzato con l'aspetto di un ordigno: se fosse un vero o finto ordigno per ora non si sa però non si tratta dello scherzo di un ragazzino", ha detto Romeo Gallo, Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco della provincia Barletta-Andria-Trani. Sul materiale contenuto nelle ampolle saranno compiuti esami nei laboratori dell'istituto zooprofilattico di Foggia. "Quello che potrebbe sembrare e che assomiglia molto all'ordigno annunciato come biologico, ora è in sicurezza", ha continuato Gallo spiegando che "finché non vengono fatte le analisi sul materiale che è all'interno dei contenitori, non avremo certezza".

Allarme bomba a Trani Ansa
Allarme bomba a Trani

Non ci facciamo intimorire dall'allarme bomba e, man mano che vengono completate le operazioni di bonifica da parte delle forze dell'ordine, sto disponendo la riapertura delle scuole”, ha dichiarato il sindaco Amedeo Bottaro. “Mi rendo conto del disagio di molti genitori”, aggiunge, “la riapertura delle singole scuole dipenderà poi dall'organizzazione interna di ciascun plesso scolastico”. Nel frattempo, “a seguito di avvenuta bonifica, il liceo scientifico può riaprire” ha scritto il Comune.

Allarme bomba a Trani Ansa
Allarme bomba a Trani

Nel biglietto scritto a mano, dove si indicava la presenza di ulteriori “bombe” piazzate in due scuole, il nome di un istituto sarebbe stato esplicitato, mentre l'altro no. Di fronte a dei controlli obbligati, il primo cittadino è stato “costretto”, in via precauzionale, a chiudere gli istituti scolastici.

La stazione ferroviaria di Trani RAI TGR Puglia
La stazione ferroviaria di Trani

I disagi nella circolazione ferroviaria

I disagi alla circolazione ferroviaria tra Pescara e Bari, per dare spazio alle verifiche da parte di Carabinieri, artificieri della Polizia e agenti della Polizia Ferroviaria sono stati forti e per oltre 5 ore il ritardo c'è stato ritardo per i treni della linea Bari-Pescara.

"I treni regionali e a lunga percorrenza, alta velocità e intercity, stanno subendo cancellazioni parziali, totali e ritardi al momento oltre i 300 minuti - si leggeva nella nota - Tenuto conto delle ripercussioni sul servizio e anche dell’interruzione in atto fra Caserta e Foggia, i passeggeri sono invitati a riprogrammare il proprio viaggio fino a nuovi aggiornamenti che avverranno in seguito alla conclusione delle operazioni di verifica da parte delle forze dell’ordine".