Tutela dei rider, al Consiglio Ue approvate nuove norme

Intesa con il Parlamento europeo sulla direttiva per i lavoratori delle piattaforme digitali

Tutela dei rider, al Consiglio Ue approvate nuove norme
(Ansa)
Manifestazione di protesta dei riders per i diritti e le tutele sul lavoro

Arriva a poche ore dalla morte di un rider a Roma, la notizia di un nuovo accordo provvisorio approvato dal Consiglio Ue nella riunione dei ministri dell'occupazione, politica sociale, salute e consumatori di intesa con il Parlamento europeo. Si tratta di norme per migliorare le condizioni dilavoro del personale delle piattaforme digitali, come Uber o Deliveroo. Il via libera arriva dopo che l'intesa era tornata al negoziato a febbraio, a causa dello stop dato a dicembre dagli Stati all'accordo raggiunto in precedenza. Le nuove regole riguardano 28 milioni di lavoratori in base ai dati del 2022, e secondo le stime delle istituzioni comunitarie diventeranno 43milioni entro il 2025.