L'avviso all'Occidente

Ucraina, Putin: colpiremmo i caccia F-16 anche in aeroporti Nato "obiettivo legittimo"

Il presidente russo in un incontro coi piloti dell'aeronautica militare russa nella regione occidentale di Tver: l'eventuale fornitura di F-16 a Kiev "non cambierà la situazione sul campo di battaglia".

Ne parla davanti ai piloti russi lanciando un messaggio a Nato e Usa, agli alleati di Kiev: gli "aerei da guerra F-16 che venissero utilizzati dall'Ucraina contro la Russia sarebbero colpiti dalle forze di Mosca anche se si trovassero in aeroporti Nato".
 

Guerra in Ucraina: tutti gli aggiornamenti, minuto per minuto

Vladimir Putin mette le mani avanti, ormai i piloti ucraini sono quasi pronti - dopo mesi di training all'estero - a guidare i caccia che di più il presidente russo teme, quelli in grado - secondo diversi analisti occidentali - di fare la differenza sul campo di battaglia.

Strage di Mosca: "Nella cerchia dello zar dubbi sul ruolo di Kiev", Bloomberg cita fonti russe
 

Un "obiettivo legittimo"
"Se verranno utilizzati da aeroporti di paesi terzi, per noi saranno un obiettivo legittimo: non importa dove si trovino", ha detto Putin in un incontro coi piloti dell'aeronautica militare russa nella regione occidentale di Tver

 

Pioggia di missili e droni sull'Ucraina: tutti gli aggiornamenti, la cronaca

Nel video Zelensky, in visita alla base aerea di Skrydstrup, entra in un F16: "Grazie Danimarca" Telegram
Nel video Zelensky, in visita alla base aerea di Skrydstrup, entra in un F16: "Grazie Danimarca"

La Russia li distruggerà come i carri e le altre armi
Il presidente russo ha quindi avvertito che la Russia terrà conto del fatto che gli F-16 possono trasportare armi nucleari. "Dobbiamo tenerne conto durante la pianificazione" delle operazioni di combattimento, ha affermato Putin. Secondo lo zar ad ogni modo, la fornitura eventuale fornitura di F-16 all'Ucraina "non cambierà la situazione sul campo di battaglia", poiché la Russia "li distruggerà come già sta facendo con i carri armati e le altre altre armi" occidentali. 

Putin: che vogliamo invadere Europa è totale assurdità 
Il presidente russo poi, definisce una "totale assurdità" le accuse secondo le quali la Russia sta pianificando di invadere l'Europa. 

Sempre secondo quanto riportato dall'Agenzia di stampa Tass: "Per quanto riguarda l'accusa secondo cui stiamo progettando di invadere l'Europa dopo l'Ucraina, si tratta di una totale assurdità intesa esclusivamente a intimidire la popolazione per farle pagare più soldi", ha detto Putin nell'incontro con i piloti dell'aeronautica militare.

"Intimidiscono popolazione con una potenziale minaccia russa"
Questa narrazione si svolge "in un contesto di crisi economica e di deterioramento del tenore di vita - ha continuato il presidente russo -. Hanno bisogno di giustificarsi, quindi stanno intimidendo la loro popolazione con una potenziale minaccia russa mentre cercano di espandere la loro dittatura al mondo intero".