Formula 1

Vasseur, team principal Ferrari suona la carica: “Sotto pressione la Red Bull può sbagliare"

Sulla scia della strepitosa doppietta di Melbourne, la Ferrari guarda con fiducia al prossimo weekend di gara che si disputerà a Suzuka da venerdì 5 a domenica 7 aprile. Le dichiarazioni di Fred Vasseur, team principal della Ferrari

Vasseur, team principal Ferrari suona la carica: “Sotto pressione la Red Bull può sbagliare"
AP
Fred Vasseur

Dopo la storica doppietta a Melbourne, il Cavallino rampante guarda con fiducia al futuro immediato, nel prossimo weekend infatti si corre a Suzuka. La Scuderia Ferrari vuole un ruolo da protagonista anche nel Gran Premio del Giappone, anche se Red Bull ed in particolare Max Verstappen resta il punto di riferimento da inseguire. In casa Ferrari si respira aria nuova, finalmente, Fred Vasseur, team principal della Ferrari, alla vigilia del weekend del Gp del Giappone, quarta tappa del Mondiale è intervenuto con delle dichiarazioni positive sul futuro della Rossa.

Possiamo mettere la Red Bull sotto pressione, e quando sono sotto pressione possono sbagliare: dobbiamo continuare in questa direzione e farci trovare pronti. Non riusciremo a farlo tutte le settimane, ma dobbiamo proseguire in questa direzione. Stiamo rafforzando la fiducia nell’ultimo mese, ed era così già nell’ultima parte della stagione 2023“, Frederic Vasseur al sito ufficiale della F1 verso Suzuka.

Ferrari, Race week 2024 Bahrain gp X/Ferrari
Ferrari, Race week 2024 Bahrain gp

Ancora Frederic Vasseur: “Andiamo in Giappone sull’onda dell’entusiasmo per la doppietta conseguita in Australia. Le sensazioni uniche legate alla vittoria ci spingono a impegnarci ancora di più per cercare di riassaporarle il prima possibile. La pista di Suzuka costituisce un banco di prova particolarmente impegnativo per le vetture così come per i piloti, che infatti la amano. Noi crediamo di avere un pacchetto competitivo ma sappiamo anche che per riuscire a battere i nostri rivali bisogna essere perfetti. Come sempre in Giappone, e quest’anno anche di più dal momento che per la prima volta corriamo a Suzuka a inizio primavera, le condizioni meteo potrebbero fare la differenza, ma ci siamo preparati bene a casa e siamo determinati a giocarci le nostre carte”.