75° anniversario Nato

Mattarella: "Il Trattato dell'Atlantico del Nord fu un'autentica svolta per rendere sicura la pace"

Il Presidente della Repubblica in un messaggio: "L'attuale contesto internazionale, drammaticamente segnato dal riemergere di pulsioni belliche e da minacce alla sicurezza, rende particolarmente opportuna una riflessione circa la ricorrenza odierna"

Mattarella: "Il Trattato dell'Atlantico del Nord fu un'autentica svolta per rendere sicura la pace"
ansa
Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricorda in un messaggio il 75° anniversario della firma del Trattato dell'Atlantico del Nord. "L'attuale contesto internazionale, drammaticamente segnato dal riemergere di pulsioni belliche e da minacce alla sicurezza, rende particolarmente opportuna una riflessione circa la ricorrenza odierna: settantacinque anni fa, infatti, un gruppo di Paesi reduci - a vario titolo - dalla tragedia della Seconda Guerra Mondiale conclusero il Trattato dell'Atlantico del Nord".  Afferma, in una nota Mattarella. Che aggiunge: "Fu un'autentica svolta, dettata dalla determinazione a rendere sicura la pace, a creare uno spazio di collaborazione e di mutua assistenza tra le due sponde dell'Atlantico settentrionale, a tutelare l'insopprimibile diritto all'autodifesa individuale e collettiva.  Oggi, con il ritorno della guerra nel continente europeo, e di fronte a una diffusa instabilità nelle regioni a noi più prossime, si comprende appieno la lungimiranza di quella scelta. La recente adesione di Finlandia e Svezia alla NATO conferma che permane intatto l'anelito alla libertà, all'indipendenza, alla pace e alla sicurezza".