Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/2048-sul-web-il-nuovo-gioco-virale-italiano-24b87049-1336-4a63-b915-9684558dcf57.html | rainews/live/ | true
TECH

L'autore: "Un successo stupefacente"

'2048', il nuovo gioco virale sul web è italiano

Ideato da un 19enne friulano, è un incrocio tra Tetris e il Sudoku. In meno di due settimane questo rompicapo matematico ha appassionato più di 7 milioni di persone in tutto il mondo. Finora solo l'1% delle partite si è chiusa con un successo

Una schermata del gioco "2048"
Condividi
di Andrea BettiniGorizia Chi è abituato a vincere usando qualche trucco si rassegni. Finora l’impresa di concludere con successo una partita a “2048” è riuscita solo nell’1% dei casi. Se c’è qualche scorciatoia, non è ancora stata inventata. Forse è anche per questo che il gioco lanciato meno di due settimane fa dal 19enne goriziano Gabriele Cirulli è già diventato un vero e proprio fenomeno sulla Rete, con più di 7 milioni di persone che hanno provato a risolvere questo incrocio fra Tetris, il Sudoku e un rompicapo matematico.
 
Un fenomeno virale 
“È davvero stupefacente, non mi attendevo un tale successo”, commenta il giovane friulano con la passione per l’informatica. Per creare “2048” ha impiegato un fine settimana, poi lo ha presentato su una piccola piattaforma per web designer. È arrivata una prima recensione, poi un’altra e da lì il gioco non si è più fermato. Il totale delle partite giocate è salito rapidamente oltre quota 75 milioni.

Essenziale, facile da usare e difficile da risolvere
“2048” ha tutte le carte in regola per conquistare un grande pubblico. Ha poche regole, è facile da usare e presenta una grafica essenziale, ideale per essere visualizzata su ogni piattaforma. Il giocatore si trova davanti un tabellone con 16 caselle e, usando le freccette della propria tastiera, deve avvicinare dei multipli di 2 facendoli sommare tra loro. Si inizia passando da due a quattro, poi da quattro a otto e così via. L’obiettivo è arrivare a 2048. Facile a dirsi, molto più difficile a farsi, anche se a quanto pare il suo autore è arrivato addirittura a 16384.

In sette giorni 521 anni passati a giocare 
Una settimana dopo il lancio, Gabriele Cirulli ha annunciato sul proprio profilo Twitter che sul sito i giocatori avevano già passato complessivamente 521 anni di tempo. Considerando il successo di “2048”, il millennio di gioco dovrebbe essere già stato superato abbondantemente.  
 
"Non voglio guadagnare soldi con il mio gioco"
A favorire la diffusione di questo rompicapo matematico c’è anche la scelta del suo autore di mantenerlo completamente gratuito. “Per ragioni etiche – spiega Gabriele Cirulli - non voglio guadagnare soldi con il mio gioco, semplicemente perché non ho davvero inventato il concetto di base e anche per la natura open source del progetto e perché 2048 non ha copyright”. Nel frattempo sono già nate alcune applicazioni per smartphone, che il giovane friulano accoglie positivamente a patto che non mettano in discussione la paternità del gioco. In ogni caso, il suo invito è a “giocare con la sola versione ufficiale”, quella sul suo sito web.
 
Qualche dritta per chi gioca
Gabriele Cirulli sta già progettando altri giochi. Nel frattempo dà qualche dritta a chi si diverte con “2048”: “Consiglio di usare solo tre direzioni alla volta e di cercare di isolare la casella con il numero più alto in uno degli angoli del tabellone. Questo permette di avvicinarsi alla vittoria”. 
Condividi