Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ANSIA-E-STRESS-NEMICI-A-LETTO-fbdfda32-96a1-4cce-8940-ef4f0844c34d.html | rainews/live/ | true
SALUTE

stress e sesso

ANSIA E STRESS, NEMICI A LETTO

Quando tensioni e pressioni della vita le portiamo sotto le lenzuola, il risultato è il fallimento, che rischia di creare un circolo vizioso che amplifica lo stress. Colloquio con Chiara Simonelli, sessuologa alla Universitá Sapienza di Roma e Presidente della Società Europea di Sessuologia 

Condividi
Professoressa quanto pesa lo stress sul desiderio sessuale?

Pesa molto e negativamente, sia sul desiderio che è il primo a risentirne ma anche sull'eccitazione. Bisogna intendersi però sul termine stress che oggi è un po' abusato nel gergo colloquiale. Qui parliamo di stanchezza e tensione prolungate che derivano da problemi protratti a lungo tanto da provocare alterazioni somatiche non solo sulla sessualità ma su molte altre funzioni (ad esempio sul sonno, alimentazione, umore) Un po' di stress, circostanziato e passeggero è invece fisiologico se vissuto in relazione ad un evento specifico (un esame, un trasloco, la perdita di una relazione) 

Per l'uomo c'è anche un problema meccanico, connesso allo stress: ansia da prestazione, o addirittura un telefono che squilla all'improvviso possono provocare la perdita dell'erezione

Certamente l'ansia da prestazione e l'ansia in genere non aiutano la sessualità: l'incontro con un'altra persona e il lasciarsi andare al piacere proprio e altrui prevedono che tanto l'uomo che la donna siano capaci di staccare l'attenzione rispetto al mondo esterno, immergendosi nell'esperienza che si sta vivendo. Se una persona non spenge il cellulare si espone a brutte conseguenze come chi sta troppo concentrato sulla propria prestazione sperando in una bella figura ma rimuginando su situazioni pregresse poco riuscite o immaginandosi confronti angoscianti con gli altri maschi o femmine, o anche con i modelli proposti dal porno. 

Molti usano il sesso e soprattutto l'autoerotismo proprio per scaricare lo stress, almeno così lo intendono: davvero funziona?

Sì, per alcuni funziona abbastanza bene. Ad esempio, in presenza di una giornata piena di tensione e alla conseguente difficoltà di addormentarsi la sera. Un orgasmo facilita il rilassamento se la quantità di tensione accumulata non è eccessiva. Se lo stress è troppo però il risultato non è garantito nemmeno con l'autoerotismo. 

Cosa fare quando ansia e stress compromettono in modo importante la vita sessuale, mettendo in crisi il rapporto di coppia?

L'ansia e gli attacchi di panico sono davvero molto diffusi attualmente. Il problema in una coppia è armonizzare proprio i ritmi del desiderio. All'inizio, durante l'innamoramento, se tutto fila liscio, i rapporti sessuali sono frequentissimi e di grande soddisfazione. Col progredire del tempo si profilano le diversità individuali e c'è quasi sempre uno dei due partner che insegue l'altro. E di solito l'inseguito addebita la sua mancanza di desiderio allo stress. E' del tutto normale che in una coppia di lungo corso ci siano alti e bassi nel desiderio sessuale ma quando la dinamica si cronicizza è meglio parlarne e provvedere, facendosi aiutare prima di arrivare ad una lontananza emotiva irrecuperabile.
In fondo il dramma e il paradosso che si concretizza in questi casi è che si è in coppia e tuttavia ci si può sentire davvero più soli che da single. Perché, non scordiamocelo, il rapporto sessuale è anche un veicolo della riconferma di essere amati dall'altra persona. 
Condividi