Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Abusi-sessuali-scoppia-lo-scandalo-nella-Chiesa-ortodossa-russa-69babeb0-d9f5-419e-8d5f-295881cc436f.html | rainews/live/ | true
MONDO

Abusi sessuali, scoppia lo scandalo nella Chiesa ortodossa russa

Un famoso blogger lancia una crociata contro la lobby gay e viene licenziato dall'incarico di professore dell'Accademia ecclesiastica

Vescovo ortodosso Stefan accusato di molestie
Condividi
Il protodiacono Andrei Kuraev, autorevole prelato della Chiesa ortodossa russa e teologo, ma anche blogger ortodosso molto seguito, ha lanciato una crociata contro lobby gay in seno alla Chiesa ortodossa russa.
 
Qualche giorno fa Kuraev è stato destituito dall’incarico di professore dell’Accademia ecclesiastica, patrocinata dal Patriarcato di Mosca, per aver reso pubblico lo scandalo gay in seno al Seminario ortodosso di Kazan. In seguito all’ispezione inviata sul posto dal Patriarcato di Mosca, è stato licenziato il vice-rettore del seminario, priore Kirill Iliukhin, accusato da numerosi seminaristi di molestie sessuali nei loro confronti.
 
Subito dopo però è stato destituito dal suo pure Andrei Kuraev, reo di aver pubblicato nel suo blog, molto seguito dagli ortodossi russi, il resoconto della commissione d’inchiesta.
 
Ora Kuraev, che ha mantenuto l’ordinazione di protodiacono della Chiesa ortodossa russa, ha lanciato nel suo blog una vera e propria crociata contro la lobby gay. Secondo Kuraev, esisterebbe una potentissima lobby che dopo lo scandalo nel Seminario di Kazan sta esercitando le pressioni perfino sul Patriarca Kirill
 
Lo scopo della battaglia del protodiacono Kuraev è “di far breccia nell’omertà e far crollare la reciproca copertura degli omosessuali ecclesiastici”. Per questo il blogger ha iniziato a pubblicare nel suo blog le lettere con le confessioni delle vittime delle molestie e degli abusi subiti ad opera dei prelati ortodossi. Nel blog è apparso il primo nome di un prelato ortodosso altolocato – presunto omosessuale – Stefan, il vescovo di Gomel e Zhlobino (Belorussia).
 
In una lettera firmata c’è la denuncia di un uomo che sarebbe stato vittima di più di un tentativo da parte di Stefan per costringerlo ai rapporti omosessuali.
L’autore della lettera assicura di essere pronto a testimoniare su quanto da lui affermato, “giurando sulla croce con il Vangelo”. Questa lettera in poco tempo ha raccolto 3 mila commenti nel blog e la stragrande maggioranza dei commentatori sostiene la crociata di Kuraev, esprimendogli la solidarietà e l’appoggio. Inoltre Kuraev avrebbe raccolto sul conto di vescovo Stefan un’altra testimonianza di un diacono, il quale, mentre era ancora seminarista a Kiev, sarebbe stato violentato dal vescovo.
Condividi