Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Aereo-russo-caduto-Isis-esulta-in-un-nuovo-video-e-avverte-Putin-8e72148b-7dbe-46ff-b087-ff52b094b2dd.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'aereo si è schiantato sul Sinai con 224 persone a bordo

Aereo russo caduto: l'Isis esulta in un nuovo video e avverte Putin

Un nuovo video di propaganda dell'Isis plaude allo schianto dell'aereo e avverte presidente russo Vladimir Putin, definendolo "maiale", che questo è solo l'inizio della vendetta per i raid in Siria

Aereo russo precipitato (LaPresse)
Condividi
Un nuovo video di propaganda dell'Isis plaude allo schianto dell'aereo russo nel Sinai, con a bordo 224 passeggeri a bordo, e avverte il presidente russo Vladimir Putin, definendolo "maiale", che questo è solo l'inizio della vendetta per i raid in Siria. Lo riferisce la Cnn, precisando che non è possibile verificare l'autenticità del video.

Già sabato, il giorno del disastro, sedicenti affiliati dell'Isis avevano rivendicato la tragedia con un comunicato e con un video in cui sostenevano di aver abbattuto l'aereo "in risposta alle incursioni dei jet russi che hanno ucciso centinaia di musulmani in terra siriana".

Il video, apparso su internet, sarebbe stato però solo una mistificazione secondo quanto sostenuto due giorni dopo da fonti ufficiali della Metrojet (ex Kogalymavia), la compagnia a cui apparteneva l'aereo precipitato: "i fotogrammi apparsi su internet pensiamo siano falsi", aveva detto un responsabile.

Lampo di calore in aria rilevato da satellite Usa
Intanto, un "lampo di calore" in aria nel momento del disastro  è stato rilevato da un satellite a infrarossi Usa. Secondo i funzionari del Pentagono sentiti dalla Cnn, la rilevazione del satellite esclude che l'A321 sia stato abbattuto da un missile, mentre rimane al contrario "aperta l'ipotesi di una possibile bomba".

Ritrovati elementi estranei alla struttura del velivolo
A rendere ancora più complicato il quadro delle ricerche è il ritrovamento di "elementi estranei alla struttura del velivolo" nell'area in cui giacciono i resti dell'aereo: a darne notizia è l'agenzia Tass, citando una fonte ben informata al Cairo. Si potrebbe trattare, in teoria, proprio di frammenti di bomba, o di un missile, ma un'altra fonte sentita sempre dall'agenzia di stampa ufficiale russa invita alla prudenza, e non esclude che gli elementi rinvenuti, e inviati ai ricercatori, siano da ricondurre a "materiale trasportato dai passeggeri", come per esempio "attrezzature per l'immersione". A fare maggiore chiarezza sulla tragedia potrebbero essere le registrazioni e i dati custoditi nelle scatole nere, la cui analisi è iniziata ieri al Cairo.
Condividi