Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Aereo-scomparso-in-Malesia-Dal-guasto-attentato-le-ipotesi-sulla-sciagura-5a867fe2-16ee-4751-9dda-460560a18d5f.html | rainews/live/ | true
MONDO

Mistero sul mar della Cina

Aereo scomparso in Malesia. Dal guasto all'attentato: tutte le ipotesi al vaglio

Un abbattimento accidentale da parte di un esercito, il tentativo del pilota di suicidarsi o una bomba a bordo che ha disintegrato l'aereo mentre era in quota? Diverse ipotesi al vaglio degli inquirenti sulla scomparsa del Boeing 777 nelle acque tra la Malesia e il Vietnam con 239 persone a bordo

Le ricerche dell'aereo della Malaysia Airlines
Condividi
Kuala Lumpur Le autorità restano caute, ma mentre le ricerche del relitto continuano, gli inquirenti cercano di ricostruire l'esatta dinamica di quella che si profila come una delle più gravi sciagure aeree degli ultimi anni. Diverse le ipotesi:

Attacco terroristico
Due elementi alimentano il sospetto che non si sia trattato di un semplice incidente: l'assenza di segnali di allarme o di guasti tecnici da parte del personale di bordo e la presenza di almeno due passeggeri saliti a bordo con documenti falsi (appartenenti a un italiano e a un austriaco che ne avevano denunciato il furto in Thailandia). I sospetti erano in possesso di due biglietti con numerazione consecutiva, acquistati il 6 marzo, cioè il giorno precedente alla partenza da Kuala Lampur e diretti a Pechino. Significa che i due hanno fatto il check in uno dopo l'altro, viaggiando insieme pur senza conoscersi.

Dirottamento
Un tradizionale dirottamento sembra improbabile, perché chi lo esegue di solito atterra in un aeroporto, avanzando delle richieste. E' tuttavia ipotizzabile una azione in stile 11 settembre, in cui terroristi potrebbero aver intenzionalmente tuffato l'aereo nell'oceano.

Guasto meccanico
Un grave guasto strutturale della fusoliera o dei motori Rolls-Royce Trent 800. La maggior parte degli aerei è fatta di alluminio, suscettibile alla corrosione nel tempo, specialmente nelle zone ad alta umidità. Tuttavia, vista la lunga storia del velivolo e il record di sicurezza del Boing 777, gli esperti ritengono questo scenario improbabile.

Esplosione a bordo
Una deflagrazione a bordo, causata da una bomba. Ma altre cause possono provocare una esplosione: l’impatto con un fulmine o una grave decompressione. Eppure in questi due casi un Boeing 777 può ancora volare. Solo l’esplosione giustifica la sparizione improvvisa e totale. La storia dell'aviazione è piena di aerei che sono stati abbattuti da ordigni portati a bordo.

Disintegrato in volo
L'ipotesi dell'aereo disintegrato in volo sembra plausibile: il volo MH370 viaggiava a quota 35mila piedi (11mila metri di altezza). Se fosse precipitato, distruggendosi solo al momento dell'impatto con l’acqua, in quel tratto di mare si sarebbe trovata una vasta concentrazione di detriti. Per ora invece, solo due frammenti sono stati ritrovati.

Rottura di entrambi i motori
Nel gennaio 2008, un Boeing 777 di British Airways si schiantò vicino alla pista dell'aeroporto londinese di Heathrow. Mentre il velivolo si preparava ad atterrare, i motori persero potenza a causa di un accumulo di ghiaccio nell'alimentazione del carburante. Non ci furono vittime. Questo scenario è possibile, ma secondo gli esperti l'aereo Malaysia Airlines avrebbe potuto procedere ancora per circa 20 minuti, dando ai piloti il tempo di mandare un segnale di emergenza. Quando nel gennaio 2009 un A320 della US Airways perse entrambi i motori dopo il decollo dall'aeroporto LaGuardia di New York volava a un altitudine molto inferiore. Il pilota parlò a lungo con i controllori del traffico aereo prima di atterrare sul fiume Hudson.

Pilota suicida
Alla fine degli anni '90, almeno una sciagura aeree sembra essere stata causata da un pilota che ha fatto precipitare intenzionalente il suo aereo: nel 1999 un volo Egypt Air precipitò nell'atlantico.

Abbattimento accidentale da parte di eserciti nazionali
Nel luglio 1988 un missile terra-aria lanciato dall'incrociatore Vincennes della Marina Usa abbattè un Airbus di Iran Air che sorvolava lo Stretto di Hormuz, uccidendo tutte le 290 persone a bordo. Nel settembre 1983, un volo di Korean Air Lines fu abbattuto da un jet da combattimento russo. 
Condividi