Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Afghanistan-lotte-intestine-a-Kabul-tra-Baradar-ed-Haqqani-CIA-vede-il-ritorno-di-Al-Qaeda-eeb6fc01-7531-459d-b29b-a83a410cf01b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il nuovo corso dei Talebani

Lotte intestine a Kabul tra Baradar ed Haqqani. E la CIA vede il ritorno di Al Qaeda in Afghanistan

Ci sono state notizie, non confermate, di disaccordi all'interno della leadership talebana da quando Baradar non è più apparso in pubblico negli ultimi giorni

Condividi

Nel nuovo Afghanistan si delineano i nuovi equilibri del potere e si intravedono nuove minacce rilevate da fonti di intelligence.

La frattura Baradar-Haqqani
Una grossa lite sarebbe scoppiata tra i leader dei talebani sulla composizione del nuovo governo del gruppo in Afghanistan. Lo hanno riferito 'alti funzionari' dei talebani alla Bbc.La discussione tra il cofondatore del gruppo, il mullah Abdul Ghani Baradar e un membro del gabinetto, è avvenuta al palazzo presidenziale. 

Ci sono state notizie, non confermate, di disaccordi all'interno della leadership talebana da quando Baradar non è più apparso in pubblico negli ultimi giorni.  Una fonte talebana ha detto alla BBC Pashtun che Baradar e Khalil ur-Rahman Haqqani - il ministro per i rifugiati e una figura di spicco all'interno della rete militante Haqqani - hanno scambiato parole forti, mentre i loro seguaci litigavano tra loro nelle vicinanze.

Il ritorno di Al Qaeda
La Cia intanto vede i primi segnali che i militanti di Al-Qaeda stanno cominciando a tornare in Afghanistan, dopo il ritiro delle truppe Usa.   "Stiamo già cominciando a vedere alcune indicazioni di potenziali movimenti di Al-Qaeda in Afghanistan", ha detto in una conferenza David Cohen, vice direttore della Central Intelligence, nelle ore in cui il segretario di Stato Antony Blinken difendeva il ritiro nella sua seconda audizione, al Senato. "Ma sono i primi giorni e ovviamente terremo gli occhi molto aperti su questo", ha aggiunto, come riferisce il Wall Street Journal.

Al-Qaeda potrebbe riorganizzarsi in Afghanistan in soli 12-24 mesi e porre una significativa minaccia agli Usa, ha detto il generale Scott Berrier, che guida l'intelligence della difesa Usa, intervenendo al summit Intelligence & National Security.

Condividi