Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Agguato-a-Napoli-ferita-una-donna-forse-per-fare-scudo-figlio-3bafc614-caed-43e3-a2e3-94318d006c11.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Far West

Agguato a Napoli, le strappano il nipote dalle braccia e sparano: feriti la nonna e il padre

L'agguato nel Rione Don Guanella. Il bimbo è stato abbandonato subito dopo la sparatoria e sta bene

Condividi
Era andata a fare le spesa e stava tornando a casa con il nipotino in braccio, Amalia Sepe, quando i sicari sono entrati in azione. L'agguato è scattato a Napoli. In almeno due la stavano aspettando davanti all'uscio dell'abitazione del figlio: le hanno puntato la pistola alla testa e le hanno strappato il bimbo dalle braccia, costringendo Giuseppe Telese, loro vero obiettivo, a uscire allo scoperto.

Mentre uno dei due sicari aveva ancora il bambino in braccio, l'altro ha sparato alcuni colpi di pistola.

Secondo quanto si è appreso, la donna potrebbe essere stata ferita nel tentativo di coprire con il proprio corpo il figlio. I colpi l'hanno raggiunta al basso addome e all'inguine, è stata soccorsa e trasportata con un'ambulanza del 118 nell'ospedale Cardarelli di Napoli.

Amalia Sepe, 57 anni, e Giuseppe Telese, 33, sono entrambi pregiudicati.
Condividi