Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Alfie-Tom-Evans-Corte-di-Appello-Londra-04c78a86-555c-4002-bbf7-72ad2f3cddd3.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il caso

Alfie: il padre non si arrende, per la giudice sta morendo

Per Tom Evans, il figlio 'si sta riprendendo'. In un video sul web spiega 'Ha avuto un calo, ma da guerriero lotta ancora'. Per la giudice della Corte di Appello il bimbo sta morendo

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Il padre di Alfie Evans, Tom Evans, non si arrende e pubblica su Facebook un video in cui è ripreso anche il bimbo. Lo ha fatto dopo che, durante l'udienza della Corte di Appello inglese, sono emerse alcune notizie secondo cui Alfie è allo stremo. Papà Evans, visibilmente affaticato ed affranto, afferma che suo figlio resiste. "Si è ripreso per la terza volta", ha detto, "il guerriero lotta ancora. E' tornato, ha avuto solo un calo, è diventato pallido, le labbra si sono scurite ma è tornato. Voglio solo che tutti sappiamo che Alfie si è stabilizzato".

E' così iniziato l'ultimo capitolo della battaglia legale dei genitori di Alfie Evans, il bimbo di 23 mesi affetto da una grave malattia neurodegenerativa che i genitori vorrebbero portare in Italia. I giudici - Lord Justice McFarlane, Lady Justice King e Lord Justice Coulson - della Corte di Appello di Londra devono valutare il ricorso dei genitori Tom e Kate James contro la decisione dell'Alta Corte secondo cui il piccolo non deve essere trasferito in Italia, a Roma  all'ospedale Bambino Gesù.

I genitori sono rappresentati da due legali diversi e non sono presenti in aula. C'è invece un rappresentante dell'ambasciata italiana, hanno fatto sapere gli avvocati.

Il team legale degli Evans ha fatto presente che il bimbo ha bisogno di "un intervento immediato". L'avvocato Paul Diamond, che difende gli interessi della coppia, ha aggiunto che un aereo ambulanza è pronto, in attesa di portare in Italia il piccolo, "su richiesta del Papa".

Una dei tre giudici della Corte di Appello, Lady King, durante l'udienza ha detto che "c'è  un consenso generale" che Alfie ormai "stia morendo" dopo l'improvviso apparente aggravamento della situazione del bimbo. Il padre ha subito chiesto che non sia lasciato nulla d'intentato implorando: "Salvate mio figlio", e pubblicando immediatamente il post .

L'uomo intanto durante l'udienza, tramite i suoi legali, ha fatto sapere di volere far causa a tre medici dell'Alder Hey Hospital di Liverpool per cospirazione finalizzata all'omicidio del figlio e di aver già preso contatti con investigatori privati per seguire il caso.
Condividi