Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Alitalia-Di-Maio-lavoriamo-a-rilancio-senza-esuberi-89d7ee86-bdad-47aa-9bc4-604c207ef788.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

La trattativa

Alitalia, Di Maio: lavoriamo a rilancio senza esuberi

"Entro il 31 gennaio Fs presenterà il piano industriale insieme a soggetti di mercato"

Condividi
"Sono molto fiducioso che l'Alitalia possa essere rilanciata e sia all'altezza delle sfide dei mercati e che gli italiani non debbano metterci più soldi: un occhio particolare e fondamentale è ai livelli occupazionali perché non ci devono essere esuberi". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Luigi di Maio, ai giornalisti al termine dell'incontro con i sindacati sul futuro dell'Alitalia.

"Stiamo lavorando al nuovo piano industriale, ci sta lavorando Fs - ha spiegato il vicepremier - Fs ha presentato l’offerta vincolante, entro il 31 gennaio presenterà il piano insieme a soggetti di mercato". Riguardo la partecipazione diretta dello Stato, poi, Di Maio ha chiarito che "fa parte dell'interlocuzione con l'Ue, a questo punto non lavoriamo più al salvataggio ma al rilancio, Possiamo creare la prima azienda ferro-gomma. Si sta lavorando già al piano industriale, ci sono già i presupposti per avere al centro Fs e uno o più partner industriali".

"Lufthansa fuori dai giochi? Ad oggi la manifestazione di interesse è arrivata da Delta e Easyjet. Non c'è nessun pregiudizio, a Fs nessuno nega di andare a trovare partner fuori da chi ha manifestato interesse. Vale per fondi e altri partner. Consorzio Delta-Easyjet? Fa parte di quello che c'è nel piano industriale, i tempi saranno maturi da gennaio", ha concluso Di Maio, aggiungendo: "Non è una norma per favorire qualcuno, la legge è destinata a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Non è una ecotassa, stiamo migliorando la norma con un dialogo continuo con varie sigle".
Condividi