Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Alitalia-vettore-nazionale-Giancarlo-Giorgetti-Sviluppo-Economico-Enrico-Giovannini-Infrastrutture-Commissaria-europea-concorrenza-Vestager-Daniele-Franco-Inps-49f1bd77-0b3a-4e6e-9210-f07699eefb80.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Salvataggio compagnia

Alitalia, Giorgetti e Giovannini: avanti con il "vettore nazionale"

Incontro a metà della prossima settimana con la Commissaria europea alla Concorrenza Vestager. Verranno presentate proposte per la risoluzione delle questioni ancora aperte

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Il nuovo Governo ha confermato il progetto del vettore nazionale con Ita dopo un summit interministeriale al Mise tra i ministri dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, e delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, al quale hanno partecipato anche i vertici del Mef, sul dossier Alitalia. 

In una nota congiunta, Giorgetti e Giovannini hanno informato: "Abbiamo valutato la possibilità di portare avanti il progetto Ita ed espresso la volontà di confermare un vettore nazionale del trasporto aereo". L'iter "presuppone il coinvolgimento del Parlamento, che dovrà esprimersi sul piano industriale, e della Commissione Ue". Alla riunione in Via Veneto hanno partecipato per il Mef  il capo di gabinetto del ministero dell'Economia, Giuseppe Chiné, il direttore generale del Tesoro, Alessandro Rivera, il dirigente generale della Valorizzazione del patrimonio pubblico, Filippo Giansante.

Vertice tra Governo e Commissaria europea alla Concorrenza
Il via libera al piano industriale dell'ad Fabio Lazzerini ci deve essere sia da parte di Parlamento (per ora è arrivato solo dal Senato) sia da parte della Commissione Europea. A metà della prossima settimana (probabilmente martedì 2 marzo), in videoconferenza, si svolgerà un vertice tra il governo e la commissaria europea alla Concorrenza, Margrethe Vestager: "La prossima settimana è prevista una riunione in collegamento tra i ministri Giancarlo Giorgetti, Enrico Giovannini, Daniele Franco e la commissaria europea Margrethe Vestager", continua la nota congiunta di Giorgetti e Giovannini. "Alla Commissione europea saranno presentate proposte per la risoluzione delle questioni ancora aperte", informano fonti ministeriali. 

Gli stipendi e gli anticipi della Cigs di febbraio ai dipendenti saranno pagati in ritardo il primo marzo. Per questo i sindacati rimangono in allarme: la Uiltrasporti ha chiesto di essere convocata "urgentemente" e per gli asset rilancia l'idea "di una trattativa privata con lotto unico e mantenendo l'attuale perimetro aziendale anche se con una diversa articolazione societaria".

Intanto, l'Inps ha fatto sapere che erogherà l'indennità integrativa ai lavoratori avendo considerato con molta attenzione la situazione di prolungata emergenza economica e delle particolari condizioni del settore del trasporto aereo, in particolare di Alitalia. L'Istituto di previdenza, d'intesa con il ministero del Lavoro, ha valutato opportuno "continuare ad erogare le indennità integrative al personale di Alitalia, sulla base delle retribuzioni dichiarate dall'azienda per la mensilità di novembre 2020 (prima mensilità del nuovo intervento deliberato dal Fondo di solidarietà del Trasporto aereo), in attesa che siano completati gli approfondimenti in atto con l'azienda stessa". 
Condividi