Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Alluvione-Genova-Gabrielli-Dal-2011-indebolita-la-Protezione-civile-7abeff18-c987-456d-9038-8e15120a2b78.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il prefetto risponde anche a Passera

Alluvione Genova, Gabrielli: "Dal 2011 indebolita la Protezione civile"

Il capo della Protezione civile replica alle critiche

Condividi
"La cosa più scandalosa è che ci si scandalizzi di quanto vado dicendo da tempo. I numeri hanno una forza più disarmante di ogni altro commento". Così il Capo del Dipartimento di Protezione Civile, prefetto Franco Gabrielli, ha risposto alla domanda di un giornalista sul perchè il fondo per l' emergenza nazionale abbia a disposizione soltanto 70 milioni di euro. Nello specifico Gabrielli ha detto che a partire "dal 2011, con la famigerata legge 10, si è intrapreso un cammino di indebolimento del sistema di Protezione civile. C'è stato un progressivo depauperamento delle risorse - ha detto - perchè, se è vero come è vero, che bisogna investire in prevenzione, in interventi strutturali, è anche vero che bisogna dare risposte ai cittadini quando succedono queste cose".

Il prefetto ha risposto poi a Corrado Passera che su Twitter aveva 'accusato Gabrielli' di essersi definito impotente. "Ho visto un tweet dell'ex ministro Passera, superministro del governo Monti, nel quale dice: 'quale insegnamento possiamo ricavare dalle parole di Gabrielli'. Da funzionario dello Stato, in modo molto sommesso e molto rispettoso delle istituzioni, ricordo all'ex ministro - dice Franco Gabrielli - che dimenticò di applicare una legge che egli stesso e il governo avevano concorso a realizzare; si prevedeva che la legge di stabilità dovesse individuare risorse per il fondo di Protezione Civile''.

Il riferimento di Passera era all'intervista che Gabrielli aveva rilasciato a Repubblica, definendo lo Stato impotente. "Nelle condizioni attuali, come s'è visto giovedì a Genova, non è in grado di tutelare le vite dei cittadini. E la Protezione civile è senza mezzi, è come se mi avessero mandato sul fronte con una scatola di aspirine per una guerra non voluta da me". 
 
Condividi