Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ambiente-il-governo-usa-il-Dl-Genova-per-aumentare-di-20-volte-i-limiti-degli-idrocarburi-nei-campi-dcf968ad-91e1-4045-9ff6-9cd34ad8476c.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Il codicillo

Ambiente, il governo usa il Dl Genova per aumentare di 20 volte i limiti degli idrocarburi nei campi

La denuncia di Bonelli: "Dal ministro Toninelli attacco senza precedenti all'ambiente". La deputata Benedetti: inserita "una normativa estemporanea sullo spargimento dei fanghi da depurazione sui terreni" nell'articolo 41

Condividi
"Il ministro Toninelli ha inserito nel decreto sul ponte Morandi di Genova una norma all'art. 41 che aumenta i limiti di idrocarburi pesanti C10 a C40 di 20 volte per quanto riguarda i fanghi di depurazione sia civili che industriali che possono essere sparsi sui suoli agricoli". Lo scrive Angelo Bonelli dei Verdi sulla sua pagina Facebook.

E avverte: "Toninelli che dice di aver scritto con il cuore il decreto sferra un attacco senza precedenti all'ambiente, alla sicurezza della catena alimentare del nostro paese, perché con questi valori aumentati si determinerà una contaminazione delle falde e delle matrici alimentari".

Sull'articolo 41 interviene anche Silvia Benedetti, deputata del gruppo Misto-Maie alla Camera: "Sono stata negativamente sorpresa dall''inserimento di una normativa estemporanea sullo spargimento dei fanghi da depurazione sui terreni nel DL Genova. Per questo - continua - ho dapprima proposto l'abolizione dell'articolo che autorizza lo sversamento dei fanghi sui terreni agricoli. Esso fissa un limite di concentrazione di idrocarburi nei fanghi più alto (dai 5000 agli 8000 mg/kg circa) rispetto a quello consentito per i terreni da bonificare (100 mg/kg) e non risulta supportato da alcuno studio che provi la sua non pericolosità. La beffa sarebbe duplice, in quanto i cittadini si ritroverebbero campi inquinati legalmente e a dover sostenere il costo delle future bonifiche". E conclude: "Il secondo emendamento prevede che sia il ministro dell'Ambiente, previa valutazione del rischio, a determinare le modalità e le caratteristiche dei fanghi di depurazione utilizzabili in agricoltura. Auspico in ogni caso avvenga una discussione approfondita su un tema importante per la salute dei cittadini in Commissione Ambiente ed alle Camere nel corso della legislatura".
Condividi