Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Anche-il-calcio-ha-il-suo-wikileaks-online-i-contratti-dei-giocatori-del-fondo-Doyen-37524619-4955-48f2-b933-73603b26f718.html | rainews/live/ | true
SPORT

Portogallo

Anche il calcio ha il suo 'wikileaks': online i contratti dei giocatori del fondo Doyen

Pubblicati i documenti di acquisti e cessioni gestiti dal fondo brasiliano. In Italia Doyen sta collaborando con Mr Bee nella trattativa per l'acquisto di una quota di minoranza del Milan. In passato critiche per la gestione del passaggio di Neymar dal Santos al Barcellona

Condividi
Chi sta attaccando il fondo Doyen? E' questa la domanda dopo la notizia che il sito http://football-leaks.livejournal.com/  sta pubblicando da due giorni documenti ufficiali di acquisti e cessioni di alcuni dei giocatori gestiti dalla società brasiliana che ha sede a Malta. E che in Italia è nota perché sta curando la trattativa che dovrebbe portare Mr Bee ad acquistare una quota di minoranza del Milan.

Ma per adesso l'attenzione è spostato sul calcio portoghese dove i tre maggiori club - Benfica, Porto e Sporting Lisbona - 'hanno trovato' on line i contratti di giocatori acquistati nell'ultima sessione di calciomercato. Nel caso dello Sporting sono stati pubblicati atti che riguardano il rapporto con una società sportiva dell'Angola per acquistare dei giocatori e il contratto del neo allenatore Jorge Jesus passato in estate dal Benfica proprio allo Sporting. Per quanto riguarda il Porto invece sotto la lente d'ingrandimento è finito il trasferimento del centrocampista Imbula dal Marsiglia ai portoghesi, con i francesi a lamentarsi del mancato pagamento delle prime rate. Tutte operazioni gestite dalla Doyen.

La società è gestita da Nelio Lucas e ha come scopo principale quello di "garantire una fonte alternativa per il finanziamento dei club calcistici". Il meccanismo è quello delle sponsorizzazioni (metodo classico o delle intermediazioni nella compravendita di calciatori, finanziando l'acquisto e trattenendo per sé una parte del cartellino. L'elenco dei giocatori controllati dalla Doyen comprende anceh giocatori che militano in Serie A: Kondgobia dell'Inter, Felipe Anderson della Lazio, Morata della Juventus, Bacca e Cerci del Milan. All'estero la miniera d'oro per Nelio Lucas è la gestione dell'immagine del campione brasiliano e del Barcellona Neymar. 

Il modello seguito è quello della 'Third Party Ownership' (TPO), cioè la posibilità di altri soggetti rispetto a club ed atleta di avere quote del cartellino. II club divide l'investimento con il fondo, arrivando a giocatori altrimenti irraggiungibili e il fondo trattiene una parte di quanto il club versa. Una sorta di percentuale del calciatore insomma. Adesso però gli affari di Doyen sembrano essersi allargati anche su altre operazioni finanziarie. E qualcuno ha deciso di rendere tutto pubblico.
Condividi