Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Armenia-Abbattuti-3-velivoli-azeri-Fuoco-anche-su-Stepanakert-principale-citta-del-Karabakh-fe04624a-dc36-419b-8065-628212cf4fb7.html | rainews/live/ | true
MONDO

Evacuati i giornalisti francesi feriti

Armenia. Abbattuti 3 velivoli azeri. Fuoco anche su Stepanakert principale città del Karabakh

Mentre proseguono gli scontri nell’area del Nagorno-Karabakh, l’Armenia ha detto di essere disponibile a un cessate il fuoco con la mediazione dei paesi dell’Osce

Condividi
Le forze di difesa aerea del Nagorno-Karabakh hanno abbattuto tre aerei delle forze armate azere. Lo ha scritto su Facebook il portavoce del ministero della Difesa armeno, Shushan Stepanyan. La notizia è stata riportata anche da Interfax. "Le forze di difesa aerea hanno abbattuto un aereo nemico nel settore sud-est, vicino al confine con l'Iran alle 12:15 e hanno abbattuto due droni nel settore nord alle 12:07 e alle 12:10", ha detto il portavoce. I combattimenti, ha detto Stepanyan, continuano in diversi settori del fronte, aggiungendo che "un gran numero di personale nemico e di carri armati sono stati distrutti".
 
Colpita la città di Stepanakert
La principale città nel territorio separatista del Nagorno Karabakh, Stepanakert, è stata "colpita" dalle forze azere. Lo ha detto il ministero della Difesa armeno, riferendo di "molti feriti". "Ci sono molti feriti tra la popolazione civile, le infrastrutture civili sono danneggiate", ha detto sulla sua pagina Facebook un rappresentante del ministero, Artsroun Ovannissian, senza fornire ulteriori dettagli su questi attacchi e sui danni.

L’ok ad una mediazione con Osce
L'Armenia ha detto di essere pronta a negoziare un cessate il fuoco nel Nagorno Karabakh con la mediazione dei Paesi che compongono il Gruppo di Minsk dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, ovvero l’Osce. Lo ha affermato il ministero degli Esteri nel commentare la dichiarazione congiunta rilasciata giovedì da Stati Uniti, Russia e Francia, Paesi che co-presiedono il Gruppo di Minsk, che ha chiesto l'immediata fine delle azioni militari. "Accogliamo con favore il fatto che i leader dei Paesi del Gruppo di Minsk dell'Osce abbiano fermamente condannato l'uso della forza nella zona di conflitto in Nagorno Karabakh, si legge in una nota in cui Erevan si dice favorevole alla risoluzione pacifica del conflitto. Allo stesso tempo Erevan sottolinea di essere disposta a lavorare con il Gruppo di Minsk per un cessate il fuoco sulla base degli accordi del 1994-1995, ma "continuerà a respingere con decisione l'aggressione dell'Azerbaigian".

Rimpatriati i giornalisti di Le Monde
Hanno lasciato Stepanakert i due giornalisti francesi di Le Monde feriti ieri nel Nagorno Karabakh, mentre filmavano civili in fuga.La conferma arriva dal Quai d'Orsay a Parigi.
Condividi