Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Arriva-in-ospedale-per-un-trapianto-grazie-alla-staffetta-della-Polizia-2fd8062b-f2cb-41b4-9e5a-7b1fd02da59f.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Parma

Arriva in ospedale per un trapianto grazie alla staffetta della Polizia

Il traffico sulla A15 Parma-La Spezia per lavori non ha fermato la sua corsa verso la vita

Condividi
In questa storia ci sono due telefonate fondamentali. A rispondere alla prima, un giovane paziente in attesa da tempo di un trapianto. Il centro conferma che l’organo c’è e gli dice di andare in ospedale.
 
Con i genitori sale in macchina, l’euforia e la gioia si possono solo immaginare. Questa corsa fatta più di forza che di km orari, però, si ferma improvvisamente sull'A15 Parma-La Spezia: tratto chiuso per interventi di manutenzione programmata.
 
Qui scatta la seconda telefonata. Il giovane paziente prende il telefono e chiama la sala operativa della Polizia Stradale della sottosezione di Berceto. L’agente che risponde ascolta, prende qualche minuto e poi agisce. In una manciata di minuti, l’agente e colleghi organizzano una staffetta. Le auto scortano quella del giovane, che arriva in tempo in ospedale per fare il trapianto. La prima tappa è fatta , ma la storia non finisce qui.

Gli agenti per la delicatezza e il rispetto per quel giovane aggrappato alla vita non chiedono come sia andata l’operazione. Tutti incrociavano le dita, facevano il tifo. Qualche giorno fa la conferma. I genitori del ragazzo portano alla Sottosezione Polizia Stradale di Berceto un dolce accompagnato da un biglietto “Grazie di cuore per l’aiuto ricevuto. Senza di voi, non sarei arrivato in tempo per il trapianto”. Era cosi. Doveva andare così. Era il giorno del giovane paziente  e quello degli “agenti della sua scorta”.
Condividi