Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Assalto-al-Congresso-Usa-prorogato-presidio-della-guardia-nazionale-a-Capitol-Hill-97242970-4f4f-402d-83ab-b9c536c836ae.html | rainews/live/ | true
USA2020

Più che dimezzati, da 5.200 a 2.300 uomini

Assalto al Congresso Usa, prorogato presidio riservisti. Spunta video dello zaino pieno d'esplosivo

Il capo del pentagono Lloyd Floyd ha approvato la richiesta della polizia di Capitol Hill di prorogare di oltre due mesi la presenza delle truppe della guardia nazionale a protezione del congresso dopo l'assalto del 6 gennaio da parte dei fan di Donald Trump. E intanto si cerca un uomo, col cappuccio calato sugli occhi, che avrebbe piazzato l'ordigno: prevista una ricompensa di 100 mila dollari a chiunque fornirà informazioni decisive

Condividi
Il ritiro inizialmente previsto della guardia nazionale a presidio di Capitol Hill è stato prorogato fino al 23 maggio: lo rende noto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in una nota annunciando una riduzione da 5.200 a 2.300 riservisti.

Le truppe, dunque, continueranno a stazionare a Washington DC. "La decisione è stata presa dopo una attenta considerazione della richiesta" avanzata dalla polizia, precisa Kirby. La guarda nazionale è stata richiamata a Washington dopo l'attacco al Congresso dello scorso 6 gennaio da parte dei fan dell'ex presidente Usa Donald Trump.

Mentre spunta un video di due minuti e mezzo che mostra l'uomo che la sera del 5 gennaio avrebbe piazzato uno zaino pieno di esplosivo vicino alla sede dei comitati nazionali del partito Repubblicano e Democratico. Le immagini, riprese dalle telecamere di sicurezza, mostrano da varie angolazioni un uomo, con cappuccio calato sugli occhi, girare con lo zaino nella zona di South Capitol Street, a pochi passi dal Campidoglio dove avvenne l'assedio il giorno seguente.


L'agenzia federale ha chiesto aiuto per identificare il sospettato e ha fissato una ricompensa di 100 mila dollari a chiunque fornirà informazioni decisive.
Condividi