Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Aung-San-Suu-Kyi-non-puo-candidarsi-alla-presidenza-0814af8c-4d0e-473d-9130-73d4afca1451.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il Parlamento di Myanmar blocca il Premio Nobel

Ha sposato uno straniero, Aung San Suu Kyi non può candidarsi alla presidenza

Si ferma la corsa alla Presidenza della leader dell'opposizione perché suo marito era uno straniero e in più ha anche un figlio inglese. La Costituzione vieta di diventare capo dello Stato a chi si è sposato con uno straniero 

Condividi

Il Parlamento di Myanmar ha votato contro l'emendamento alla costituzione che avrebbe permesso ad Aung San Suu Kyi di correre per la presidenza impedendo di 
fatto alla Premio Nobel di candidarsi.

Respinta dunque un'ipotesi di riforma che avrebbe aumentato le chance di modificare le norme che le impediscono di concorrere, poiché la Costituzione impedisce la candidatura di chi è sposato o stato sposato con stranieri o ha figli stranieri: esattamente il caso della leader dell'opposizione.

Aung San Suu Kyi, infatti, è vedova di un uomo inglese e ha un figlio, inglese, che vive in Inghilterra. E l'emendamento sembrerebbe fatto apposta per la leader dell'Opposizione, che mai potrà essere il capo dello Stato del Myanmar.

Condividi