Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Avvenire-Dj-Fabo-non-e-libero-e-morto-b55b4306-9393-4d51-83a8-ffd565026d84.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Avvenire: "Dj Fabo non è libero, è morto"

Condividi
"Qualcuno ha detto che Fabo ora è libero e che lo Stato italiano ha perso. Fabo non è libero, è morto".

Sono parole del direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, in un video pubblicato sul sito del quotidiano della Cei.

"Uno Stato civile - ha aggiunto - non può dare o far dare la morte. Non può farlo con la guerra, con la pena capitale, con l'abbandono delle persone disabili o malate, non può farlo con l'eutanasia. Questo è un bene che riguarda tutti e che dobbiamo saper difendere, dobbiamo saper tutelare". In questa vicenda, secondo il direttore, "c'è un punto che fa male. Si chiede che in Italia, mentre in altri Stati è già diventata regola, la morte diventi un'esperienza a comando". "Spesso pensiamo che il nostro Paese debba raggiungerne altri su alti livelli di civiltà", continua Tarquinio, osservando che "in Italia c'è un altissimo livello di civiltà" e "la vita è un valore che è posto a fondamento della nostra Costituzione". "Dobbiamo avere grande preoccupazione se ci sono politici che trasformano la libertà in sinonimo di morte. Bisogna saper resistere a queste suggestioni", conclude Tarquinio.
Condividi