Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Barbero-donne-insicure-e-poco-spavalde-questo-frena-la-carriera-cd5ecced-5fce-4928-9d46-f9d9b05f191a.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Lo storico ​Barbero: "Donne insicure e poco spavalde, questo frena la carriera"

Allevando uomini consapevoli la situazione cambierà

Condividi

Le donne restano più indietro degli uomini nella corsa al potere e nel fare carriera. Lo storico e accademico Alessandro Barbero ragiona sul tema con La Stampa.

"Vale la pena di chiedersi se non ci siano differenze strutturali fra uomo e donna che rendono a quest'ultima più difficile avere successo in certi campi", afferma. E, pur di rischiare di essere "impopolare", si domanda: "è possibile che in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di sé che aiutano ad affermarsi?". Ma uscire da questo schema potrebbe essere "solo una questione di tempo", prosegue l'accademico. "Basterà allevare ancora qualche generazione di giovani consapevoli e la situazione cambierà".

Barbero aveva guidato la protesta degli accademici contrari al Green pass. "Mi sono vaccinato, sia pure con qualche timore, eil Pass ce l'ho", afferma lo storico. Ma "resto della mia idea, ovvero che non mi piace l'obbligo di Green Pass per accedere ai mezzi pubblici o, peggio, per poter lavorare e ancor meno mi piace che i datori di lavoro debbano diventare controllori".

Montaruli: Barbero spavaldo, ma da lui parole retrograde
"Le differenze tra uomo e donna esistono ed è banale ripeterlo, ma dire che essere donne equivale a essere insicure è una stupidaggine. Se poi essere spavaldi significa dire stupidaggini è meglio non esserlo. Se queste poi sono le 'differenze strutturali' a cui il professore Barbero si riferisce, evidentemente siamo di fronte a un pensiero retrogrado su cui invitiamo il confronto". E' la deputata di Fratelli d'Italia Augusta Montaruli a replicare così allo storico. "Barbero - riprende - venga a dibattere con noi dei temi di disparità salariali, professionali e di carriera, sui tempi del lavoro, sui servizi alla famiglia, sulle reti di sostegno alla genitorialità, sul merito, sulla possibilità di coniugare studio a militanza fin da giovanissime, sui costi della politica in una nazione in cui lavorano ancora troppe poche donne".  "Siamo orgogliosi di essere l'unico partito che ha come leader una donna e non per ragioni di genere ma per merito, unico concetto che manca purtroppo quando si vogliono dare lezioni in rosa", sottolinea ancora Montaruli.

Picierno 'sfida' Barbero: aggressive? Parli con me...
"Ok, se il prof. Barbero vuole conoscere una donna aggressiva può parlare con me, dopo che ho letto le sue parole". Così, su Twitter, l'eurodeputata Pd Pina Picierno.

Condividi