Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bielorussia-Atterraggio-Minsk-ordine-personale-di-Lukashenko-Ue-conseguenze-per-arresto-cronista-Protasevich-Usa-scioccati-5a3bfeaf-3dd7-4faf-b388-dde62fdfa7b8.html | rainews/live/ | true
MONDO

La crisi

L'aereo Ryanair "dirottato" in Bielorussia. La Ue convoca l'ambasciatore di Minsk

Possibili sanzioni  contro Minsk che ieri ha costretto un aereo di linea ad atterrare a Minsk arrestando il giornalista oppositore in esilio Protasevich. L'Irlanda parla di "pirateria di stato". La Lituania da domani vieta a tutti i voli il sorvolo della Bielorussia. Ceo Ryanair: "Sospetti su agenti Kgb a bordo"

Condividi

Una situazione senza precedenti che innesca una crisi dagli esiti imprevedibili. Per l'Irlanda non vi è dubbio che l'aereo Ryanair costretto ieri ad atterrare a Minsk con il pretesto di un allarme bomba sia un "atto di pirateria" ordinato dal governo della Bielorussia. Ed ecco che su richiesta dell'Alto Rappresentante Josep Borrell è stato convocato l'Ambasciatore della Repubblica di Bielorussia presso l'Unione Europea, Aleksandr Mikhnevich.  La decisione presa "per condannare il passo inammissibile delle autorità bielorusse, che hanno costretto un aereo civile ad effettuare un atterraggio di emergenza a Minsk con l'arresto di un suo passeggero Raman Pratasevich, giornalista e attivista bielorusso indipendente".

L'Alto rappresentante Ue agli Affari esteri, Josep Borrell, chiede "l'immediato rilascio di Roman Protasevich" e l'avvio di "un'investigazione internazionale", per assicurare che "non vi siano state violazioni del regolamento internazionale sull'aviazione".  Nel comunicato, Borrell annuncia anche che la questione sarà oggetto di discussione nella riunione del Consiglio europeo di oggi.

Sull'episodio, che ha coinvolto un volo interno all'Ue, sono intervenuti esponenti dell'Unione europea. Secondo la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, quello del governo bielorusso è stato "un comportamento irresponsabile e illegale" e "ci saranno conseguenze".

"Il comportamento oltraggioso ed illegale del regime bielorusso avrà conseguenze. I responsabili del dirottamento del volo Ryanair devono essere sanzionati. Il giornalista Roman Protasevich deve essere rilasciato immediatamente". Così la presidente della Commissione europea ha poi commentato su Twitter.   

Anche il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha "condannato nella maniera più forte possibile" l'avvenimento, aggiungendo "un appello alle autorità bielorusse" affinché rilascino immediatamente il giornalista e "gli garantiscano pienamente i suoi diritti".     

Dublino: "Pirateria sponsorizzata dallo Stato"
Il ministro degli Esteri irlandese, Simon Coveney, ha denunciato l'atto come "pirateria". "Si è trattato effettivamente di un atto di pirateria sponsorizzato dallo Stato", ha detto Coveney alla radio pubblica irlandese, RTE. "Non possiamo permettere che questo incidente passi sulla base di avvertimenti o forti comunicati stampa", ha aggiunto, chiedendo "sanzioni".

Ceo Ryanair: dalla Bielorussia "sequestro di Stato"
Si sospetta che agenti del servizio di sicurezza bielorusso (KGB) fossero sull'aereo Ryanair dirottato. Lo ha detto alla radio irlandese Newstalk il ceo della compagnia Michael O'Leary che ha denunciato un "sequestro di Stato" da parte di Minsk. "Sembra che l'intenzione delle autorità fosse quella di far uscire un giornalista e la persona che viaggiava con lui", ha spiegato. "Crediamo anche che all'aeroporto siano sbarcati agenti del Kgb", ha aggiunto.

La ricostruzione dei media bielorussi
L'ordine di far atterrare a Minsk l'aereo di Ryanair in viaggio da Atene a Vilnius è stato dato ieri "personalmente" dal presidente Aleksandr Lukashenko a seguito di un allarme bomba: lo hanno riferito media di Stato della Bielorussia, a cominciare dall'agenzia di stampa Belta.   

Durante la sosta imprevista, durata ore, seguita all'affiancamento al velivolo di un caccia Mig-29, è stato fermato, costretto a scendere dall'aereo e arrestato Roman Protasevich, 26 anni, giornalista e co-fondatore di Nexta, una testata che trasmette su Telegram critica nei confronti del governo di Lukashenko, al potere a Minsk dagli anni Novanta.   

Secondo Belta, che non cita alcun provvedimento giudiziario, a bordo dell'aereo non sono stati trovati esplosivi. Il velivolo è poi ripartito per Vilnius, la capitale della Lituania, dove è giunto con circa sei ore di ritardo rispetto all'orario previsto.   

Ed è Vilnius, in queste ore, a rendere noto di aver vietato a tutti i voli di attraversare lo spazio aereo bielorusso. Da martedì "è vietato a tutti i voli da o verso gli aeroporti lituani di attraversare lo spazio aereo bielorusso", ha detto il ministro dei trasporti, Marius Skuodis, in una riunione del governo.


"Potrebbero esserci anche altre misure. Penso a una misura da discutere a livello europeo e internazionale, come il divieto dello spazio aereo bielorusso, che è un provvedimento sanzionatorio", ha spiegato il segretario di Stato francese per gli Affari europei, Clement Beaune, parlando all'emittente Rmc. Tra l'altro, ha ricordato Beaune, al di là della vessazione nei confronti del dissidente, Minsk ha anche messo in pericolo la sicurezza dei cittadini europei che erano a bordo. La misura va esaminata, ha detto, "il più rapidamente possibile" e  sarebbe una delle iniziative "ragionevoli per proteggerci". 

Di "atto scioccante" ha detto invece il segretario di Stato americano Antony Blinken. Secondo il dirigente, Washington "si sta coordinando" con i suoi alleati "sui prossimi passi".

"Il Regno Unito condanna le azioni di ieri delle autorità bielorusse, che hanno arrestato il giornalista Roman Protasevich sulla base di uno stratagemma, avendo costretto il suo volo ad atterrare a Minsk. Lukashenko deve essere ritenuto responsabile delle sue assurde azioni". Così il segretario agli Esteri britannico, Dominic Raab, aggiungendo che Londra "chiede l'immediato rilascio di Protasevich e di altri prigionieri politici detenuti in Bielorussia. Il Regno Unito sta lavorando con i nostri alleati su una risposta coordinata, comprese ulteriori sanzioni. Il Regno Unito chiede inoltre che il Consiglio dell'Icao si riunisca urgentemente per considerare il mancato rispetto da parte del regime delle norme internazionali a tutela dell'aviazione civile".

Quattro passeggeri di nazionalità russa non hanno proseguito il viaggio verso Vilnius dopo lo stop forzato a Minsk del volo Ryanair FR4978 decollato ad Atene. Lo sostiene un membro del Presidium del Consiglio di coordinamento dell'opposizione bielorussa, l'ex ministro della cultura Pavel Latushko, citato da Interfax.

"Le autorità bielorusse hanno inventato la notizia della minaccia di un attentato per dirottare un aereo civile in volo da uno scalo a un altro dell’Unione europea. L’obiettivo di questo atto di pirateria, arrestare un giornalista in esilio, è stato ottenuto". Lo ha dichiarato Marie Struthers, direttrice di Amnesty International per l'Europa orientale e l'Asia centrale. 

Mosca ha definito "scioccanti" le accuse occidentali contro la Bielorussia, sospettata di aver dirottato un volo commerciale Ryanair sulla base di una minacciadi bomba per arrestare un oppositore a bordo. "È scioccante che l'Occidente consideri l'incidente nello spazio aereo bielorusso 'scioccante'", ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova sulla sua pagina Facebook, notando che i Paesi occidentali sono stati in passato colpevoli di "rapimenti, atterraggi forzati e arresti illegali". 

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov non ha voluto commentare l'incidente dell'atterraggio di emergenza del volo Ryanair a Minsk in seguito al quale l'oppositore Roman Protasevich, che era a bordo, è stato arrestato. "Ci sono delle regole dell'aviazione internazionale e le autorità dell'aviazione internazionale dovrebbero dare il loro parere in termini di rispetto o meno degli standard internazionali. Non commenterò la situazione", ha detto.

Il Presidente della Commissione per la  Comunità degli Stati Indipendenti della Duma russa, Leonid  Kalashnikov, difende l'operato della Bielorussia ieri. Minsk "ha il  diritto di scegliere i metodi che considera fattibili e necessari" per contrastare le minacce alla sua sicurezza nazionale, ha affermato. "E' un Paese indipendente. Se individuano una minaccia alla loro  sicurezza, devono combatterla", ha aggiunto.

La Bielorussia è pronta a ricevere esperti e a dimostrare tutti i materiali relativi all'atterraggio del volo Ryanair a Minsk. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri bielorusso Anatoly Glaz in una dichiarazione pubblicata sul sito del ministero. "Non ho dubbi che possiamo garantire la piena trasparenza in questa questione, gli esperti saranno ricevuti e tutti i materiali saranno dimostrati, se necessario, al fine di escludere le insinuazioni", ha detto Glaz.

Gli ambasciatori della Nato si riuniranno domani per discutere del dirottamento. "Gli alleati sono in procinto di consultarsi sull'atterraggio forzato dell'aereo Ryanair da parte della Bielorussia e gli ambasciatori ne discuteranno domani", ha reso noto una fonte dell'Alleanza atlantica.

Condividi