Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bielorussia-Putin-validi-i-risultati-del-voto-63f84bc0-48e2-42a9-b440-37cad826dbed.html | rainews/live/ | true
MONDO

L’intervista alla tv di stato

Bielorussia, Putin: validi i risultati del voto

Il presidente russo ha parlato del “rifiuto” dell'Osce a monitorare il voto in Bielorussia. Ritirati gli accrediti ai giornalisti stranieri
 

Condividi
“Consideriamo le elezioni valide”. Lo ha detto il presidente russo Putin in un'intervista al primo canale della tv di Stato russa, parlando delle elezioni presidenziali in Bielorussia.

Un voto che ha riconosciuto la vittoria con l’80 %, del controverso capo di Stato Aleksandr Lukashenko. Risultati contro i quali hanno protestato per settimane decine di migliaia di persone, denunciando massicci brogli elettorali.
 
Il “rifiuto” dell’Osce
Nell’intervista Vladimir Putin ha anche parlato del ruolo dell’Osce durante le elezioni in Bielorussia. "Le autorità bielorusse hanno invitato l'Osce a partecipare al monitoraggio delle elezioni. Perchè non sono venuti? Questo ci fa immediatamente pensare - prosegue il presidente russo - che la posizione sul risultato del voto era effettivamente preparato in anticipo". "Se anche qualcuno ha qualche dubbio sui risultati, - ha concluso - io ho tutte le ragioni per avere dubbi sul fatto che coloro che hanno i dubbi siano del tutto onesti". "Noi consideriamo valide queste elezioni, ne riconosciamo la legittimità. Mi sono congratulato con Aleksandr Grigoriyevich Lukashenko per la sua vittoria", ha ribadito il presidente russo.

Ritirati accrediti di giornalisti stranieri
A Minsk, intanto, la tensione resta alta. Le autorità bielorusse hanno ritirato gli accrediti giornalistici a diversi reporter di media stranieri, tra cui la Bbc, l'agenzia France Presse e Radio Liberty. Lo riferiscono i media russi e internazionali.

Secondo il portavoce della diplomazia bielorussa, Anatoly Glaz, la decisione è stata presa in base a una raccomandazione della Commissione interministeriale per la lotta all'estremismo e al terrorismo. Non è stato precisato quanti a quanti giornalisti è stato ritirato l’accredito.

Arrestati 3 operatori tv tedesca Ard 
Tre membri di una troupe televisiva dell'emittente pubblica tedesca Ard sono stati arrestati in Bielorussia dopo aver ripreso immagini delle proteste contro il regime e si sono visti revocare l'accredito per i media. I tre sono stati arrestati la scorsa notte davanti al loro albergo e rilasciati questa mattina, ha riferito l'emittente regionale Wdr di Colonia.

I due operatori tv, di nazionalità russa, sono stati espulsi dal paese, mentre il producer, che è bielorusso, dovrà comparire lunedì in tribunale. "Sono inorridito, il nostro team è stato trattato in maniera inaccettabile", ha detto Joerg Schoenenborn, direttore dei programmi Wdr, sottolineando che l'emittente pubblica non si farà intimidire.

Arrestato fondatore di testate on line
Dopo la perquisizione degli uffici fatta giovedì scorso, è notizia di oggi dell’arresto di Aleksandr Vasilievich co-fondatore delle testate online Kyky.org e The Village Belarus. Lo riferisce la moglie di Vasilievich, Nadezhda Zelenkova, ripresa dall'agenzia Interfax. La perqusizione era stata denunciata da Viasna, l'Ong per la difesa dei diritti umani. La moglie di Aleksandr Vasilievich ha spiegato: "La misura restrittiva è l'arresto, fino a due mesi durante le indagini preliminari, che può essere esteso fino a 18 mesi".
Condividi