Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bielorussia-Usa-annunciano-sanzioni-contro-imprese-statali-e-ne-valutano-altre-695f7874-7963-429f-8359-b892fda71a50.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'arresto del giornalista Raman Pratasevich

Bielorussia, Usa annunciano sanzioni contro imprese statali e ne valutano altre

Joe Biden, Kamala Harris (AP Photo/Andrew Harnik)
Condividi
Il dirottamento del volo Ryanair e l'arresto del giornalista Roman Protasevič, eventi che "si sono verificati nel mezzo di un'ondata di repressione da parte del regime di Lukashenko contro le aspirazioni del popolo bielorusso alla democrazia e ai diritti umani", "sono un affronto diretto con le norme internazionali". Così la Casa Bianca, che ha annunciato che il 3 giugno gli Stati Uniti reimporranno sanzioni contro nove imprese statali bielorusse. Inoltre, "gli Stati Uniti, in coordinamento con l'Ue e altri partner e alleati, stanno sviluppando un elenco di sanzioni mirate contro i membri chiave del regime di Lukashenko associati alle continue violazioni dei diritti umani e alla corruzione, alla falsificazione delle elezioni del 2020 e agli eventi di 23 maggio".

L'amministrazione americana pensa inoltre a un nuovo ordine esecutivo che fornirà agli Stati Uniti "maggiori autorità per imporre sanzioni su elementi del regime di Lukashenko, la sua rete di supporto e coloro che sostengono la corruzione, l'abuso dei diritti umani e gli attacchi contro democrazia". Il Dipartimento di Stato ha emesso un invito a non viaggiare in Bielorussia per i cittadini statunitensi, la Federal Aviation Administration ha emesso un avviso per le compagnie aeree "di esercitare la massima cautela quando considerano di volare nello spazio aereo bielorusso" e gli Stati Uniti sospenderanno la loro applicazione discrezionale dell'accordo sui servizi aerei Usa-Bielorussia 2019.

Il Dipartimento di Giustizia, compresa l'FBI, sta lavorando a stretto contatto sulla situazione bielorussa con le controparti europee, sottolinea la Casa Bianca. "Gli Stati Uniti si sono uniti alla pubblica condanna degli eventi del 23 maggio presso le Nazioni Unite, l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), l'Organizzazione per l'aviazione civile internazionale (ICAO), il G7 e la Nato. Continueremo a sostenere presso questi organismi un'azione contro il regime di Lukashenko per il suo affronto contro le norme internazionali e l'indebolimento della democrazia e dei diritti umani".

"Adottiamo queste misure, insieme ai nostri partner e alleati", sottolinea la Casa Bianca, "per dimostrare il nostro impegno nei confronti delle aspirazioni del popolo bielorusso. Chiediamo a Lukashenko di consentire un'indagine internazionale credibile sugli eventi del 23 maggio, di rilasciare immediatamente tutti i prigionieri politici e di avviare un dialogo politico completo e genuino con i leader dell'opposizione democratica e i gruppi della società civile che conduca a libere ed eque elezioni presidenziali sotto gli auspici e il monitoraggio dell'OSCE".
Condividi