Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bielorussia-due-mesi-di-arresto-a-Sofia-Sapega-compagna-di-Prosatevich-1ab5878f-e3bf-4999-a7c8-cfabc92a4c14.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Il caso

Bielorussia: due mesi di arresto a Sofia Sapega, compagna di Prosatevich

Domani riunione urgente del Consiglio Onu. Draghi: un atto di pirateria internazionale. Casa Bianca esclude ruolo Russia

Riga, manifestazione di solidarietà (Ansa)
Condividi
La cittadina russa Sofia Sapega, compagna di Roman Prosatevich, fermata insieme all'oppositore a Minsk, è stata arrestata per due mesi. Lo riporta Meduza che cita il suo avvocato Alexander Filanovich. "Sofia è stata interrogata oggi. È stata accusata di un reato penale. È stata disposta una misura preventiva: la detenzione per due mesi. Il luogo di detenzione è il centro di detenzione preventiva del Kgb. L'indagine è condotta dal Dipartimento Investigativo Principale del Comitato Investigativo bielorusso. Un accordo di non divulgazione è stato firmato. Un'adeguata assistenza legale le è stata e continuerà ad esserle fornita".

Domani riunione urgente del Consiglio Onu
Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu terrà una riunione urgente domani sulla Bielorussia dopo il dirottamento dell'aereo passeggeri di Ryanair. Lo fanno sapere fonti diplomatiche del Palazzo di Vetro. A volere l'incontro, a porte chiuse, sono stati i membri Ue del Consiglio.

Casa Bianca esclude ruolo Russia
La Casa Bianca non crede che la Russia abbia giocato un ruolo nel 'dirottamento' dell'aereo Ryanair per arrestare un giornalista di opposizione bielorusso. Lo ha detto la portavoce Jen Psaki.

Draghi: un atto di pirateria internazionale
Nel corso del Consiglio Europeo, sulla Bielorussia, "è stato deprecato l'atto" del dirottamento del volo Ryanair "come inaccettabile, definendolo un atto di pirateria internazionale, si è parlato delle sanzioni da prendere e sul fatto che si potessero prendere sanzioni che non colpissero la popolazione civile". Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa a Bruxelles. E poi: le sanzioni alla Bielorussia "sono equilibrate e ben dirette, tutti abbiamo sentito il dovere di prendere queste sanzioni e condannare l'atto della Bielorussia. Se ci saranno reazioni della Russia, le vedremo: siamo un continente forte. Non dobbiamo ritenerci così deboli quando prendiamo decisioni forti dal punto di vista umanitario".

Merkel: fare tutto per liberare il reporter
"Dovremmo usare tutti i canali a nostra disposizione per ottenere" la liberazione del giornalista Roman Protasevich, detenuto dalle autorità bielorusse. Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel al termine del vertice Ue. "Sono stata profondamente toccata e affranta da quello che ho visto" nel video del reporter diffuso nella serata di ieri, ha aggiunto Merkel, sottolineando che "la nostra richiesta di liberarlo il più rapidamente possibile è resa ancora più urgente dai commenti dei suoi genitori".

L'Ucraina sospenderà il traffico aereo con la Bielorussia
L'Ucraina sospenderà il traffico aereo con la Bielorussia a partire da domani: lo ha annunciato il primo ministro ucraino Denis Shmigal, ripreso dall'agenzia Interfax. "L'Ucraina fermerà il traffico aereo con la Bielorussia a partire dalla mezzanotte del 26 maggio", ha dichiarato il premier ucraino. Domenica un aereo della Ryanair in volo da Atene a Vilnius è stato costretto dalle autorità bielorusse ad atterrare a Minsk: a bordo c'era il giornalista e dissidente Roman Protasevich, che è stato poi fermato dalla polizia bielorussa. L'arresto ha provocato una forte reazione dell'Ue e di altri Paesi. "Le autorità bielorusse non si fermano davanti a nulla nel perseguitare i dissidenti. Persino il suo spazio aereo è insicuro adesso", ha affermato il ministro degli Esteri ucraino, Dmitro Kuleba, secondo il Kyiv Post.

Lituania a Icao: dichiarare spazio aereo non sicuro
La Lituania ha chiesto ufficialmente all'Organizzazione Internazionale per l'Aviazione Civile (Icao) di riconoscere lo spazio aereo bielorusso come non sicuro. Lo riferisce il ministero dei Trasporti lituano. Il governo lituano ha inoltre chiesto all'Icao di aprire un'inchiesta sulla vicenda del volo Atene-Vilnius costretto ad atterrare a Minsk in modo da consentire alle autorità bielorusse di arrestare un giornalista dissidente.

Padre dissidente: chiaro che è stato malmenato
Il padre di Roman Protasevich ha detto di essere certo che suo figlio è stato malmenato. "È chiaro che è stato fisicamente danneggiato perché si possono vedere i segni di un pestaggio sul suo viso", ha detto Dmitry Protasevich all'AFP commentando il video della 'confessione' dell'oppositore trasmessa dalla tv bielorussa. Il padre ha detto anche di credere che a Roman mancassero dei denti. "Era molton ervoso. Parlava in un modo che era insolito per lui. Non avrebbe mai parlato così. È chiaro che stava leggendo qualcosa che gli era stato detto di leggere", ha detto. Il padre ha detto che aveva parlato con suo figlio sabato, un giorno prima di prendere il volo da Atene a Vilnius. "Non abbiamo notizie da lui. Non sappiamo ancora dove sia, quali siano le sue condizioni, come si senta", ha detto per telefono il padre, che vive in Polonia.

Così i bielorussi hanno ingannato i piloti: "La bomba esploderà in Lituania"
L’esplosivo (mai esistito) sul Boeing 737 di Ryanair, secondo le minacce raccolte dai 007 bielorussi, sarebbe esploso in Lituania, destinazione finale dell’aereo. Per questo era "raccomandato" dirottare a Minsk. Ma quando il pilota ha iniziato ad avere alcuni sospetti sulla bontà di quell’informazione - chiedendo da chi arrivasse l’indicazione di scendere nella capitale bielorussia - è stato il controllore da terra a spiegare che la "raccomandazione" arrivava da Minsk. Una volta a terra le forze dell’ordine hanno arrestato l’attivista-giornalista Roman Protasevich e la sua fidanzata Sofia Sapega: "Scendete a Minsk"

Secondo la trascrizione dei dialoghi del volo Ryanair FR4978 Atene-Vilnius pubblicate dal Dipartimento dell’aviazione bielorussa non sono stati i piloti a chiedere l’atterraggio, ma la torre di controllo. "Volo Ryanair ci arriva l’informazione dai servizi speciali (locali, ndr) che avete una bomba a bordo e che può essere fatta esplodere sopra Vilnius", dice alle 09:30:49 del mattino il controllore dello spazio aereo della Bielorussia. "Per motivi di sicurezza ti consigliamo di atterrare all’UMMS (il codice Icao dello scalo di Minsk, ndr)", proseguono da terra alle un minuto dopo. "Ok, ho capito, ci dia un’alternativa per favore", chiede il pilota Ryanair. Alternativa che non verrà in realtà mai fornita, sfruttando forse anche l’impatto emotivo sulla cabina di pilotaggio.

La trascrizione
09:30:49 Torre di controllo: Volo Ryanair, qui Minsk. Pilota: sì, vai avanti. Torre: per vostra informazione, abbiamo informazioni dai servizi speciali che avete una bomba a bordo e che può essere innescata su Vilnius.

09:31:17 Pilota: potresti ripetere il messaggio? Torre: abbiamo informazioni dai servizi speciali che avete una bomba a bordo. Quella bomba può essere innescata su Vilnius. Pilota: ricevuto, attendi.

09:31:42 Torre: volo Ryanair per motivi di sicurezza ti consigliamo di atterrare all’UMMS (Minsk, ndr). Pilota: ok… capito, ci dia un’alternativa per favore.

09:32:59 Pilota: la bomba... il messaggio diretto, da dove veniva? Da dove hai avuto l’informazione a riguardo? Torre: attendi per favore (...) Gli addetti alla sicurezza dell’aeroporto ci hanno informato di aver ricevuto una e-mail. Pilota: gli addetti alla sicurezza dell’aeroporto di Vilnius o della Grecia? Torre: È una e-mail condivisa con diversi aeroporti

09:34:49 Pilota: potresti darci la frequenza della compagnia (incomprensibile) in modo da essere in grado di (incomprensibile). Torre: ripeti di quale frequenza hai bisogno. Pilota: dobbiamo solo metterci in contatto con l’operativo dell’azienda, se c’è una frequenza per questo (incomprensibile).
Condividi