Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bimba-morta-nel-Salernitano-il-padre-arrestato-per-pericolo-di-fuga-0ec02750-737c-4da7-ad16-960d80878c6c.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Nocera Inferiore

Bimba morta nel Salernitano, il padre arrestato per pericolo di fuga

La piccola è arrivata priva di vita in Ospedale. L'accusa nei confronti dei genitori è di concorso in omicidio. La famiglia era già seguita dai servizi sociali. Il sindaco di Sant'Egidio dice: "Purtroppo abbiamo perso tutti"

L'ospedale di Nocera Inferiore (foto di archivio)
Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea

E' stato arrestato il padre della bimba di otto mesi morta nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 giugno a Sant'Egidio del Monte Albino (Salerno).  La bimba era arrivata all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore con lividi, ecchimosi, escoriazioni simili a ustioni e lesioni. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne la morte.
L'uomo, insieme alla moglie, è stato indagato per concorso in omicidio. L'arresto è scattato per pericolo di fuga. 

Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno, coordinati dal vice questore Marcello Castello.   

Sarà l'esame autoptico disposto dalla  Procura nocerina - da effettuarsi lunedì 24 giugno alle 15,00 - a chiarire come sono andati i fatti.  L'autopsia sul corpicino della piccola Iolanda è previsto all'obitorio dell'ospedale di Nocera Inferiore. L'esame dovrà chiarire le cause del decesso avvenuto prima dell'arrivo all'Ospedale Umberto I di Nocera. 

I genitori della piccola di otto mesi deceduta hanno trascorso la notte in strutture diverse. La coppia, Giuseppe e Imma, assistita dai propri legali ha fornito dichiarazioni agli agenti della Squadra Mobile di Salerno e ai colleghi del Commissariato di Nocera Inferiore. Ovviamente si attende l'esito dell'autopsia per verificare se i racconti dei genitori troveranno conferma.

L'abitazione di Sant'Egidio del Monte Albino, dove la coppia viveva da un anno e mezzo con i suoi due figli, è stata posta sotto sequestro. Ad affiancare i coniugi, come confermato dal sindaco Nunzio Carpentieri, era il nonno paterno che spesso restava in casa con loro. "I nostri servizi sociali - ha ribadito il primo cittadino - avevano convocato la mamma e il nonno. Ci hanno sempre raccontato delle difficoltà economiche che aveva la famiglia ma nient'altro. Purtroppo abbiamo perso tutti. Io ho perso come padre, come cittadino e come sindaco. Abbiamo fatto tutti i passaggi ma probabilmente qualcosa non ha funzionato". 

Il sindaco di Sant'Egidio del Monte Albino Nunzio Carpentieri ha proclamato il lutto cittadino in occasione dei funerali della piccola Iolanda.

La comunità è sotto choc. La coppia - che ha anche un bimbo di 4 anni - è originaria di Pagani e Angri. Sui gradini dell'abitazione di San Lorenzo a Sant'Egidio sono stati deposti fiori bianchi. I vicini raccontano di liti e di aver sentito più volte i bambini piangere: "Certo che sapevamo che la famiglia aveva problemi e lo sapeva anche il Comune ma nessuno avrebbe mai immaginato che si arrivasse a questo punto. Erano persone che avevano bisogno di aiuto ma probabilmente non è stato fatto abbastanza o non si è intervenuto con tempestività".  

Condividi