Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Borse-in-rialzo-a-Piazza-Affari-salgono-quasi-tutti-662c558b-7fb7-4a99-ac84-6939771a463b.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Borse in rialzo, a Piazza Affari salgono quasi tutti

Condividi
di Fabrizio Patti Ultimo giorno di contrattazioni all'insegna dei rialzi. A Milano l'indice Ftse Mib sale dello 0,47%; +1,5% il bilancio della settimana.

Indici sostanzialmente allineati nel resto d'Europa: leggermente più frenata Londra (+0,41%), dove pochi minuti fa sono arrivati dei dati negativi sulle vendite al dettaglio ad agosto. Gli analisti si aspettavano un aumento di mezzo punto percentuale, mentre c'è stato un calo dello 0,9% (-2,5% il mese precedente). Una frenata che segue di due giorni il dato sull'inflazione, salita al 3,2%.
Recuperano i fornitori di energia a Piazza Affari. Ieri gli investitori sono rimasti in attesa di decisioni e l'indice di settore ha chiuso invariato, dopo il -4,5% di mercoledì. Oggi tra i titoli principali del comparto utilities Enel +0,56%, A2A +1,07%, Hera +0,91%. 

Recupera dopo i cali di metà settimana anche Moncler, +3%, miglior titolo del Ftse Mib oggi. Tra i quaranta titoli principali quotati a Milano solo due sono negativi: Ferrari (-1,17%) e Recordati (-1,27%).  

In Asia recupero sul finale per l'indice di Hong Kong (+0,5%), -5,4% nella settimana.

A preoccupare, ormai da settimane, è il possibile effetto domino che provocherebbe il fallimento del colosso immobiliare Evergrande. E' il secondo del Paese per dimensioni, è indebitato per l'equivalente di 300 miliardi di dollari ed esposto verso 250 società, di cui la metà banche, anche internazionali.

Il gruppo ha già perso quasi il 90 per cento del valore in borsa da inizio 2020, oggi -1,9% dopo aver toccato il -13%, anche perché il Global Times, quotidiano vicino al governo di Pechino, ha scritto in un editoriale che la società non deve ritenersi troppo grande per fallire.
Condividi