Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Borse-in-rosso-Milano-limita-i-danni-Atlantia-sale-nel-giorno-del-CDA-su-Aspi-5e5200f7-7fda-41b1-ac52-247ff93ff676.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Borse in rosso, Milano limita i danni. Atlantia sale nel giorno del CDA su Aspi

Condividi
di Fabrizio Patti La tendenza sui mercati rimane ribassista, anche se Milano limita i danni rispetto al resto d'Europa: -0,18% per il Ftse Mib di Milano, che in apertura è sceso di oltre un punto percentuale. Dall'inizio della settimana il calo è del 3,3 per cento.
Nel resto d'Europa listini in rosso. La discesa maggiore è per la borsa di Londra: -1%. 
I mercati seguono la debolezza di Wall Street. Il calo maggiore ieri è stato il -3% del Nasdaq, il listino dei titoli tecnologici, guidato dal -6% di Tesla.
Il presidente della Fed, Jerome Powell, che al Congresso di Washington ha ribadito la necessità di nuovi stimoli all'economia. Le preoccupazioni sulla ripresa dell'economia a livello globale si riflettono sul calo del petrolio: il Brent del Mare del Nord è sceso di poco più di mezzo punto percentuale, a quota 41,5 dollari. 
Tra i singoli titoli del Ftse Mib di Milano ci sono proprio due petroliferi: Saipem e Tenaris, in calo di poco più di due punti percentuali. Maggiori rialzi per due bancari: Banco Bpm (+3%) e Unicredit (+1,45%). 
In evidenzia Atlantia, nel giorno del cda che dovrà deliberare sulla scissione di Autostrade per l'Italia: negli scambi prima dell'apertura c'erano stati cali fino al 4%, dopo che diverse ricostruzioni giornalistiche hanno parlato di una rottura vicina con il governo. La tendenza si è ribaltata all'avvio delle contrattazioni ufficiali. Il titolo segna +1,17%. 

L'euro scende da qualche giorno rispetto al biglietto verde. Ora vale 1,1672 dollari, in leggera risalita rispetto a ieri. 
Lieve risalita anche per lo spread Btp/Bund, a quota 139 punti base.
Condividi