Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Borse-piatte-senza-Wall-Street-il-petrolio-finisce-la-corsa-0454709b-041f-478b-8c53-e03a194177e5.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Borse piatte senza Wall Street. Il petrolio finisce la corsa

Condividi
di Fabrizio Patti Apertura poco mossa per le borse europee. L'indice Ftse Mib di Piazza Affari segna -0,04% pochi minuti dopo l'avvio. Ieri la borsa milanese era salita dello 0,7%, +24,4 per cento dall'inizio di novembre. Nel resto d'Europa Londra -0,36%, Francoforte e Parigi -0,1%. Oggi si attendono scambi ridotti a livello internazionale, perché le borse di New York saranno chiuse per il giorno del Ringraziamento. Ieri sono usciti dati peggiori delle attese sulle richieste settimanali di disoccupazione negli Stati Uniti: sono state 778mila, 30mila in più rispetto alla settimana precedente. Questo ha contribuito al calo di mezzo punto dell'indice Dow Jones a Wall Street, che però veniva dal record storico dell'altro ieri, dovuto alle attese sui vaccini e alla indicazione per il Tesoro americano dell'ex governatrice della Fed Janet Yellen. Le aspettative di una ripresa economica si rafforzano e lo dimostra la corsa del petrolio: il Brent del Mare del Nord ha superato i 48 dollari al barile, +28,4% dall'inizio del mese. Oggi però c'è un'inversione di tendenza e il prezzo scende dell'! per cento. Sul fronte dei titoli di Stato lo spread tra Btp e Bund rimane basso, a quota 115 punti base, con il rendimento del Btp italiano ai minimi storici, 0,58%. Tra i titoli oggi maggiori rialzi per StMicroelectronics (+2,4%) e Diasorin (+2%), maggiori ribassi per Cnh Industrial (-1,5%) e Saipem (-1,8%).
Condividi