Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Borse-prudenti-ma-Piazza-Affari-sale-Timori-per-il-boom-di-contagi-negli-Usa-6101f687-1956-4d88-bc98-ef332f92a2ee.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

Borse prudenti ma Piazza Affari sale. Timori per il boom di contagi negli Usa

Condividi
di Fabrizio Patti Dopo una settimana di ribassi, il lunedì dei mercati si apre all'insegna di un moderato rialzo. Per il Ftse Mib di Milano +0,8% pochi minuti dopo l'apertura. Sulla stessa onda il Dax di Francoforte: +0,6%, mentre gli indici di Londra e Parigi sono poco sopra la parità: +0,1% per entrambi. Tra i settori a Piazza Affari salgono di poco meno di un punto percentuale le utilities, le banche e i titoli industriali. Meno brillanti i titoli petroliferi, +0,45%, in un giorno che vede il prezzo del petrolio Brent scendere del 2% rispetto a venerdì, a quota 40,4 dollari al barile.

L'indice di borsa di Milano la scorsa settimana era sceso del 2 e mezzo per cento, in linea con il resto d'Europa, perché gli investitori sono preoccupati dall'aumento dei casi negli Stati Uniti e si chiedono quanto veloce riuscirà a essere la ripresa. Venerdì a Wall Street (-2,84% per il Dow Jones) sono scese soprattutto le banche, dopo che la Fed ha raccomandato loro di non distribuire dividendi e di non ricomprare azioni proprie. C'è stato poi il forte calo del titolo di Facebook (-8,32%), perché alcune grandi aziende hanno sospeso le pubblicità sul social network, a cui si chiede di moderare di più i post che incitano all'odio.

Giù nella notte le borse asiatiche: -2,30% per Tokyo, dopo dati peggiori delle attese sulle vendite al dettaglio a maggio in Giappone. Sono invece saliti i profitti delle società industriali cinesi: +6% a maggio rispetto allo stesso periodo dell'anno prima. Ma oggi il segno meno ha prevalso anche a Shanghai e Hong Kong.

Sul fronte dei titoli di Stato, lo spread è piuttosto stabile nelle ultime settimane. Oggi è a 176 punti base in apertura, 2 in meno di venerdì.

Tra i singoli titoli a Piazza Affari, rialzi maggiori del 2% per Cnh Industrial (+2,4%) e Diasorin (+2%). Maggiori ribassi per Terna (-0,33%) e Atlantia (-1,17%).
Condividi