Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Brasile-omicidio-attivista-Marielle-Franco-uccisa-con-proiettili-in-dotazione-alla-polizia-84f61235-ee14-4106-ba90-a878b8b07904.html | rainews/live/ | true
MONDO

Rio de Janeiro

Brasile, l'omicidio dell'attivista Marielle Franco: usati proiettili in dotazione alla polizia

Lo rivela una fonte citata da Globo tv. Si tratta di munizioni originali facenti parte di un lotto venduto alla polizia federale di Brasilia a fine 2006. La targa di una delle auto usate dai killer risulta clonata

Condividi

I proiettili usati per uccidere la consigliera comunale di Rio Marielle Franco e il suo autista provengono da un lotto venduto dall'azienda CBC alla polizia federale di Brasilia nel 2006. Lo rivela una fonte della polizia di Rio, citata dalla Tv Globo. La fonte rivela anche che la targa di almeno uno dei veicoli usati dai killer è clonata.

Le munizioni usate sono originali e sono di calibro 9, i colpi sparati dai sicari sono stati complessivamente 13: quattro hanno colpito Marielle alla testa e tre il suo autista. Secondo la polizia di Rio, il lotto di munizioni UZZ-18 è stato venduto alla polizia federale di Brasilia dall'azienda Cbc il 29 dicembre del 2006.

La polizia federale ha annunciato l'apertura di un'inchiesta interna. Inoltre, l'auto Cobalt usata dai killer dell'attivista aveva una targa di Nova Iguacu che corrisponde a un altro veicolo.

Condividi